WALL STREET: DOW PIATTO, NASDAQ POSITIVO

2 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street apre contrastata la seduta di contrattazioni con il Nasdaq in positivo e il Dow Jones che fatica a salire la china, gravato dalle prese di profitto e dalla ritrovata fiducia degli investitori per il comparto high tech.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

“C’e’ un diffuso sentimento di paura di ritrovarsi senza azioni tecnologiche nel portafoglio nel momento del recupero del Nasdaq”, ha spiegato Eric Wiegand di Credit Suisse Asset Management

Non solo. A incidere sulla fiducia per l’high tech, una nota diffusa da Terry Ragsdale di Goldman Sachs secondo cui la domanda dei semiconduttori per i chip vedra’ una rapida impennata nel mese di marzo.

Proprio Ragsdale invita, tuttavia, a non surriscaldare gli animi. ” E’ difficle capire se il rafforzamento di marzo del settore pc e’ causato da uno smaltimento delle scorte o dall’aumento strutturale della domanda”.

Leggermente piu’ problematica sembra essere invece la situazione del Dow Jones che sconta molte prese di beneficio proprio su quei titoli che ieri avevano guidato al rialzo l’indice delle blue chip tra le quali Procter & Gamble (PG – Nyse), Philip Morris (MO – Nyse) e Boeing (BA – Nyse).

Ad appesantire la situazione, stando a David Currie di Edinburgh Fund Managers, anche lo spostamento del denaro dai titoli difensivi verso quelli tecnologici a piu’ alto tasso di crescita”.

“Gli investitori sono curiosi di vedere se il Dow sara’ in grado di superare la soglia degli 11,000 punti”, ha detto Guy Truicko di Unity Management.

La giornata che si apre si presenta povera di dati aziendali, mentre alle 16.00 (le 10.00 ora di New York) verranno diffusi i numeri relativi agli ordini alle industrie.