WALL STREET: DOW JONES SOTTO I 9.700 PUNTI

4 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Pochi minuti dopo l’avvio il listino industriale sfonda la soglia alla quale si era avvicinato nella seduta di lunedi.

E’ stata un’apertura estremamente cauta per i mercati americani, ancora scottati dal pesante svilonone di lunedi’ in cui il Nasdaq e l’S&P 500 hanno raggiunto il livello minimo rispettivamente dal 2 e dal primo ottobre 2001.

Sotto i riflettori nel settore tecnologico, il ‘profit warning’ lanciato da Flextronics (FLEX – Nasdaq), secondo produttore al mondo di componenti elettroniche e dalle dichiarazioni sconfortanti del gigante informatico Hewlett-Packard (HPQ – Nyse) che prevede una crescita piu’ lenta per l’industria.

Occhi puntati sul settore retail (DJ_SCR), in discesa dopo che la notizia che le vendite del mese di maggio sono ancora deboli.

Sul fronte macroeconomico, non sono oggi attesi dati significativi.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE I in prima pagina

I Titoli in movimento

In calo il secondo produttore al mondo di componenti elettroniche per le aziende Flextronics (FLEX – Nasdaq) ha ridotto le stime sugli utili per il primo trimestre fiscale.

In calo il colosso informatico e blue chip del Dow Jones Hewlett-Packard (HPQ – Nyse) che nel corso del meeting con gli analisti ha dichiarato che prevede una crescita piu’ lenta per l’industria. Per cio’ che concerne il fatturato, il gruppo si aspetta un aumento del 4%-6% per il 2003 e del 7%-9% nel 2004.

In crescita il colosso del software Oracle (ORCL – Nasdaq) nonostante la nota positiva della
banca d’affari Sanford Bernstein, secondo la quale potrebbe essere arrivato il momento di tornare a puntare sul titolo.

Sempre tra i software, in guadagno la societa’ di archiviazione dati EMC (EMC – Nyse) dopo un ‘upgrade’ da parte della banca d’affari SoundView. In calo, invece Veritas Software (VRTS – Nasdaq) che dalla stessa SoundView ha ricevuto un ‘downgrade’. In guadagno la societa’ di archiviazione dati Brocade Communications Systems (BRCD – Nasdaq) che ha confermato le stime sul terzo e sul quarto trimestre.

In leggera salita la conglomerata Tyco (TYC – Nyse) dopo che lunedi’ ha ceduto quai il 27%. Tra poche ore Dennis Kozlowski, dimessosi lunedi’ da presidente e amministratore delegato della conglomerata statunitense sara’ accusato formalmente di evasione fiscale.

In perdita il colosso delle infrastrutture per la telefonia Nortel Networks (NT – Nyse) che ha annunciato un piano per vendere fino a $800 milioni in azioni ordinarie e certificati azionari (equity units) al fine di raccogliere contanti e intervenire sul rallentamento della domanda per i suoi prodotti.

In salita il colosso dei fast food McDonald’s (MCD -Nyse) dopo che la banca d’affari Merril Lynch ha dichiarato di essere ottimista sull’esito del meeting che terra’ tra due settimane.

In rosso il colosso Internet e media AOL Time Warner (AOL – Nyse) dopo che la banca d’affari Lehman Brothers ne ha tagliato le stime su utili e fatturato per il 2002 del citando un rallentamento piu’ forte del previsto per la pubblicita’ online.

In perdita Amgen (AMGN – Nasdaq), prima societa’ biotech al mondo, nonostante abbia annunciato che una commissione di esperti dell’Unione europea ha raccomandato l’approvazione del farmaco contro l’anemia Aranesp per l’uso nei malati di cancro.

Da segnalare

Il Nasdaq e la Securities and Exchange Commission (SEC, la Consob americana) hanno avviato indagini su Knight Trading Group (NITE – Nasdaq) specializzato nel trading di titoli high-tech.

Il dollaro è sceso al livello più basso degli ultimi mesi contro l’euro e le altre grandi divise, dopo le notizie che arrivano dal mercato azionario che suscitano dei dubbi sul rallentamento dei flussi di capitale verso gli Usa.

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER. Abbonati subito!

)