WALL STREET: DOW JONES SOPRA I 9.000 PUNTI

22 Agosto 2002, di Redazione Wall Street Italia

Dopo aver azzerato le perdite iniziali, a meta’ giornata i mercati americani si portano con cautela verso i guadagni, sostenuti in particolare dalle buone notizie sul colosso del software Microsoft (MSFT – Nasdaq) che ha ricevuto un giudizio positivo da Salomon Smith Barney. Da segnalare che il Dow Jones ha toccato e superato quota 9.000, per la prima volta in sei settimane.

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE in prima pagina

A sostenere l’high tech, oltre al comparto software (GSO) che segna +2%, i settori tlc (XTC) e wireless (YLS) dopo il commento positivo di Morgan Stanley sul gigante delle tlc Qualcomm (QCOM – Nasdaq).

Tuttavia non mancano alcune cattive notizie provenienti sia dal fronte societario, che macroeconomico che vanno a frenare gli entusiasmi degli investitori. Partendo dal fronte macro, sconfortante complessivamente il dato sui sussidi di disoccupazione settimanali, la cui media mobile a quattro settimane ha raggiunto il livello piu’ alto in un mese a quota 388,250. Si tratta di un’altra indicazione negativa proveniente dal mercato. Da segnalare tra l’altro, che da quanto risulta dai dati pubblicati dalla societa’ di ricerca Challenger Gray & Christmas e’ aumentato il tempo medio che gli americani impiegano per trovare lavoro dalla tragedia dell’11 settembre.

Per quanto riguarda le cattive notizie sul fronte societario,
deludente il fatturato registrato dalla societa’ di fibre ottiche Ciena (CIEN) . Salomone Smith Barney ha poi tagliato le stime di crescita dell’industria dei chip per il 2002 e il 2003, portando il settore in calo negli scambi. Brutte notizie dal settore finanziario: la banca d’affari Merrill Lynch ha abbassato le stime sugli utili del 2002 di Goldman Sachs(GS – Nyse), Lehman Brothers (LEH – Nyse) e Morgan Stanley(MWD – Nyse). Inoltre, l’agenzia di rating Moody’s ha messo il titolo del colosso JP. Morgan (JPM) sulla sua watching list per un possibile taglio al merito di credito sul debito. Il comparto, tuttavia, ha recuperato terreno e si e’ portato in guadagno, mentre JPM e’ rimasto in rosso.

A frenare i cauti entusiasmi degli investitori anche la decisione della banca d’affari Credit Suisse First Boston di ridurre la propria esposizione azionaria al 62%. Il rimanente 38% si divide tra bonds (31%) e liquidità per il 7%.

Sui listini in generale, bene wireless, utilities, pubblicita’, alluminio, cartario, edilizio, farmaceutici, software, tlc, trasporto aereo. Male acciaio, chip, oro.

Tra le altre societa’ che oggi hanno annunciato gli utili societari:

La catena di negozi per l’arredamentoWilliam-Sonoma (WSM – Nyse) ha registrato utili sopra le attese e aumentato le previsioni sull’utile per azione per il 2002, tuttavia ha abbassato le stime sulle vendite. La piu’ famosa catena di librerie d’America Barnes & Noble (BKS – Nyse) ha deluso le stime e rivisto al ribasso le previsioni sulle vendite comparate relative alla seconda meta’ del 2002.
Sulla scia di questi risultati, e’ debole il settore retail (DJ_RTS – Nyse) dove si registra anche il calo del colosso Wal-Mart (WMT – Nyse)

I TITOLI E I SETTORI IN MOVIMENTO

SEMICONDUTTORI (SOX.
In leggero calo. A deprimere il comparto, la nota negativa di Salomon Smith Barney che ha tagliato le stime di crescita dell’industria dei chip relative al 2002 e 2003. In calo Intel (INTC – Nyse), in guadagno Applied Material (AMAT – Nasdaq). Bene Teradyne (TER – Nyse) , Micron Technologies (MU – Nyse) e Texas Instruments (TXN – Nyse)

FINANZIARI (DJ_FIN), (DJ-SCR). In legero rialzo. Nonostante le numerose bocciature arrivate oggi sui titoli del settore, il comparto e’ riuscito a risalire la china.
Tra i commenti negativi che inizialmente avevano portato in rosso i titoli, la revisione al ribasso da parte di Merrill Lynch sulle sugli utili del 2002 di Goldman Sachs(GS – Nyse), Lehman Brothers (LEH – Nyse) e Morgan Stanley(MWD – Nyse).
JP. Morgan (JPM) rimane in rosso dopo la notizia che Moody’s ha messo il titolo sulla sua watching list per un possibile taglio al merito di credito sul debito. Da segnalare anche che U.S. Bancorp Piper Jaffray ha bacchettato Morgan Stanley, tagliando le previsioni sugli utili relative al 2002 e al 2003. Si e’ poi aggiunta Keefe, Brunette & Woods, che ha ridotto le stime sui profitti del 2002 di Bear Stearns, Goldman, Lehman e Morgan Stanley.

SOFTWARE (GSO). In leggero rialzo.
A sostenere il comparto e’ Microsoft (MSFT – Nasdaq) dopo che la banca d’affari Salomon Smith Barney ne ha aumentato il giudizio. In guadagno anche Oracle (ORCL – Nasdaq). In calo invece Veritas (VRTS – Nasdaq) dopo il commento cauto arrivato da Pacific Crest.

WIRELESS (YLS) e TLC (XTC) e NETWORKING (NWX). In guadagno.
In crescita i settori sulla scia del commento positivo di Morgan Stanley su
Qualcomm (QCOM – Nasdaq). I titoli di infrastrutture per tlc Lucent (LU – Nyse) e Nortel Networks (NT – Nyse) si confermano tra i titoli piu’ scambiati nel New York Exchange , rispettivamente con volumi di 32, 5 milioni e 17,2 milioni di azioni. I due titoli guidano i rialzi del settore networking (NWX ), in progresso del 3%. Il comparto ha incamerato un progresso del 23% dale contrattazioni del 5 agosto.

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER.