WALL STREET: DOW E NASDAQ VERSO IL BASSO

31 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Al giro di boa le borse Usa cambiano ancora direzione. I ribassi di Novellus Systems (NVLS – Nasdaq) influenzano il listino tecnologico.

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE in prima pagina

Dopo un’apertura al ribasso gli indici avevano invertito l’andamento grazie ai dati macroeconomici pubblicati in mattinata, tra cui gli ordini alle fabbriche, aumentati negli USA 0,1% nel mese di luglio.

Il risultato ha superato le aspettative, secondo un sondaggio condotto dall’agenzia di stampa Dow Jones insieme alla rete televisiva CNBC, gli economisti di Wall Street avevano previsto in media un calo dello 0,4%.

Nel mese di giugno il dato aveva registrato una flessione del 2,4%.
VEDI:


USA: ORDINI ALLE FABBRICHE +0,1% IN LUGLIO

L’indice rivisto della fiducia dei consumatori compilato dall’Universita’ del Michigan si e’ attestato a 91,5 in agosto rispetto a 92,4 di luglio. Il dato e’ inferiore alle attese che stimavano l’indice attestarsi a 93,4.

Infine, l’indice dei manager responsabili degli ordini di acquisto per le aziende dell’area di Chicago e’ salito in agosto a quota 43,5 punti.

Lo ha comunicato questa mattina la Purchasing Management Association of Chicago.

Nel mese di luglio il dato si era attestato a 38.

L’indicatore precede la diffusione dell’indice NAPM, uno dei dati piu’ importanti per valutare l’attivita’ manifatturiera negli Stati Uniti.
VEDI:


USA: INDICE CHICAGO PMI A PUNTI 43,5 IN AGOSTO

“Gli investitori osservano l’indice PMI di Chicago e gli ordini alle fabbriche e ritengono saggio acquistare i titoli ora”, ha affermato Philip Orlando, chief investment officer di Value Line Asset Management Inc.

“Il mercato ha passato un mese terribile, e adesso e’ alla ricerca di qualcosa di positivo”, ha dichiarato Barry Berman di Robert W. Baird & Co, il quale contiene gli entusiasmi aggiungendo che “dopo un po’ di sedute in calo e qualche buona notizia, e’ normale registrare rally anche di breve durata”.

Protagonista e’ il settore high tech, dopo che Novellus Systems (NVLS – Nasdaq), societa’ di infrastrutture per semiconduttori, ha lanciato un allarme utili sul terzo trimestre dicendo che gli ordini si collocheranno nella fascia piu’ bassa delle stime precedentemente comunicate.

La rivista Money ha chiesto ad Abby Joseph Cohen, capo della strategia d’investimento di Goldman Sachs di fare una previsione per il mercato e di aiutare gli investitori a scegliere alcuni titoli.

“L’S&P 500 e’ sottovalutato”, ha commentato il guru di Wall Street che si dichiara soddisfatta di aver aumentato a marzo dal 65% al 70% il peso dei titoli azionari nel portafoglio di Goldman.

La stratega, nota per le sue posizioni rialziste, rimane ottimista sul settore high-tech. Nel lungo periodo la tecnologia puo’, a parer suo, sostenere un tasso di crescita del 15%-19% e per ora non e’ incluso nei prezzi dei titoli.

“Se i prezzi scendono ulteriormente gli investitori avranno piu’ tempo per accumulare posizioni”, ha commentato Cohen.

Tra i titoli raccomandati nell’high-tech: Dell (DELL – Nasdaq) e Sun Microsystems (SUNW – Nasdaq); nel settore energetico Enron (ENE – Nyse) perche’ ora ha un buon valore, e nei media AOL Time Warner (AOL – Nyse).

L’analista di punta di Goldman Sachs rimane cauta nelle telecomunicazioni e nei settori che aveva consigliato l’anno scorso – quali i fondi immobiliari e la maggior parte dell’energia – ma vede “eccellenti opportunita’ di investimento a lungo termine nei farmaceutici” dove raccomanda Merck (MRK – Nyse).
VEDI:


GOLDMAN SACHS SUGGERISCE HIGH-TECH E FARMACEUTICI

Sui listini in generale, stanno mostrando una tendenza al rialzo i settori intrattenimento, grande distribuzione, bancario, brokeraggio, assicurativo, acciaio.

In ribasso, invece, i settori bavande analcoliche, oro, sanitario, tabacco.

VEDI QUALI SONO I TITOLI DI RILIEVO CHE HANNO MOSSO I MERCATI:


WALL STREET: I TITOLI CHE MUOVONO IL MERCATO/2