WALL STREET: DOMINA VOLATILITA’, LISTINI INDECISI

18 Gennaio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Dopo un’ora dall’inizio delle contrattazioni a New York, tutti i principali indici di borsa riprendono a oscillare nervosamente intorno alla soglia di parita’ nonostante i forti rialzi registrati dal settore informatico.

Verificare quotazioni indici aggiornate IN TEMPO REALE in prima pagina.

Giornata positiva per il settore dei personal computer, spinto in rialzo dopo che il colosso informatico International Business Machines Corp. (IBM – Nyse), che ha chiuso l’ultimo trimestre dell’anno con utili al di sopra delle aspettative, ha annunciato di essere ottimista sull’intero anno 2001 grazie alle ottime performance attese in Asia ed Europa.

Il settore sembra inoltre beneficiare dei rialzi di Apple Computer (AAPL – Nasdaq) che, nonostante i risultati di bilancio deludenti, ha fatto sapere di prevedere il ritorno alla profittabilita’ entro il prossimo trimestre.

A frenare i mercati tuttavia, sono arrivati questa mattina alcuni ‘profit warning’ di importanti societa’. Tra queste Caterpillar (CAT) e Vignette (VIGN), che hanno rivisto in negativo le stime su fatturato e utili relativi all’intero anno 2001.

Sul fronte macroeconomico, la spesa per edifici commerciali, strade e case negli Stati Uniti ha registrato nel mese di dicembre una crescita dello 0,3% nonostante un’economia in rallentamento; lo ha comunicato questa mattina il dipartimento del Commercio Usa.
La crescita e’ molto superiore alle stime dei principali analisti, che si attendevano un calo pari al 3,6%.

Questi dati, se messi a confronto con le ultime cifre sulle vendite al dettaglio, suggeriscono che il rallentamento dell’economia Usa non e’ cosi’ drastico come paventato da molti.

Sui listini in generale mostrano una tendenza al rialzo il settore dell’hardware, utility e farmaceutico.

Segno meno invece per il settore Internet, software, petrolifero, gas naturale.

Tra i principali titoli in movimento questa mattina a Wall Street:

Nel settore informatico, International Business Machines Corp. (IBM – Nyse) e’ in rialzo dell’ 8% dopo aver riportato utili pari a $1,48 per azione, due centesimi al di sopra di quanto atteso dai principali analisti di Wall Street.
(Vedi anche Utili: IBM batte le aspettative e Informatica: IBM in rialzo dopo dati di bilancio)

Nello stesso settore, Apple Computer Inc. (AAPL – Nasdaq) e’ in rialzo di oltre il 5,5% nonostante nella tarda serata di ieri abbia pubblicato dati di bilancio deludenti rispetto alle aspettative. Il produttore dei personal computer iMac e PowerMac ha infatti chiuso l’ultimo trimestre dell’anno con un utile operativo pari a 73 centesimi per azione, ben al di sotto dei 65 centesimi attesi dagli analisti di Wall Street.
(Vedi Pc: Apple in rialzo nonostante utili deludenti)

Nel settore Internet, occhi puntati questa mattina su Yahoo! Inc. (YHOO – Nasdaq) dopo le voci che vogliono il primo portale Internet al mondo nel mirino di una importante societa’ media. Tra gli acquirenti piu’ probabili – dicono gli analisti – vi sono Viacom Inc. (VIA – Nyse), la societa’ che controlla il network musicale MTV e il canale generalista CBS, e Walt Disney Co. (DIS – Nyse). Il titolo Yahoo! guadagna lo 0,5%, mentre il titolo Viacom e’ in rialzo dell’ 1%. Il titolo Walt Disney perde oltre il 2%.
(Vedi Rumors: Yahoo! si mette in vendita )

Nello stesso settore, NBC Internet (NBCI – Nadaq) perde oltre il 10%. La societa’ ha reso noto che licenziera’ 150 dipendenti, pari al 30% della forza lavoro, come parte di un piano di ristrutturazione che ha l’obiettivo di riportare l’azienda alla profittabilita’ entro il quarto trimestre del 2001 o il primo trimestre del 2002.
(Vedi Internet: Nbc licenzia il 30% del personale )

Nel settore dell’e-commerce, Vignette Corp. (VIGN – Nasdaq), una delle societa’ leader nel settore dell’e-business, ha rivisto in negativo le proprie stime sui risultati di bilancio relativi al primo trimestre e all’intero anno 2001 a causa del generale rallentamento delle spese in Information Technology. Il titolo perde oltre il 41%.
(Vedi E-business: Vignette prevede di non farcela )

Nel settore dei semiconduttori, STMicroelectronics ha raggiunto un accordo per l’acquisto della divisione di prodotti elettronici dell’americana Ravisent Technologies Inc. (RVST – Nasdaq), un’operazione valutata $55 milioni. Il titolo Ravisent perde oltre il 12%.
(Vedi Semiconduttori: accordo tra STM e Ravisent)

Nello stesso comparto, Advanced Micro Devices (AMD – Nyse) guadagna quasi il 5% dopo avere registrato perdite nel dopo-borsa di ieri. Il produttore di semiconduttori ha riportato utili per azione nel quarto trimestre di 53 centesimi, al di sotto delle aspettative del mercato per 2 centesimi. Il fatturato per lo stesso periodo e’ stato di $1,18 miliardi, inferiore alla media delle stime degli analisti di $1,22 miliardi. AMD ha dichiarato di aspettarsi vendite piatte anche nel primo trimestre, data la scarsa domanda.

Nel settore delle infrastrutture per Internet, Extreme Networks (EXTR – Nasdaq) perde quasi il 18%. Nonostante fatturati e utili in linea con le stime degli analisti, alcuni investitori si aspettavano dati superiori alle previsioni. La societa’ non ha modificato le proprie previsioni.

Nello stesso settore, Redback (RBAK – Nasdaq) e’ in discesa del 10%, dopo che il produttore di apparecchiature per la trasmissione ad alta velocita’ di dati lungo reti telefoniche ha riportato perdite nel quarto trimestre, a causa di costi di acquisizione piu’ elevati.

Sempre nel settore delle applicazioni Internet, Symantec (SYMC – Nasdaq) guadagna oltre il 13%. Il produttore di tecnologia di sicurezza su Internet ha riportato nella tarda giornata di ieri utili per azione di 78 centesimi nel terzo trimestre, contro utili per azione di 56 centesimi nello stesso trimestre dell’anno scorso.

Nello stesso settore, Check Point Software (CHKP – Nasdaq) guadagna il 3%. La societa’ ha riportato utili per azione di 46 centesimi nel quarto trimestre, rispetto a utili di 17 centesimi nello stesso periodo dell’anno scorso, e a fronte di una previsione media degli analisti di 38 centesimi. Separatamente il consiglio di amministrazione della societa’ ha approvato uno split 3 a 2 (tre azioni riconosciute per ogni due possedute).

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al New York Stock Exchange (dati delle 10.00) con rispettivi
volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure definitive
cliccando sul simbolo dei singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO (in $)

VARIAZIONE (in punti)

VARIAZIONE (percentuale)

IBM

IBM

3,190,800

105.00

+8.31

+8.60%

NT

Nortel Networks

3,510,300

34.63

-0.13

-0.36%

AMD

AMD

1,338,800

19.19

+0.69

+3.72%

PFE

Pfizer

1,383,400

41.06

+0.31

+0.77%

GE

General Electric

1,514,700

47.00

+0.31

+0.67%

JPM

J.P. Morgan Chase

1,395,500

51.38

-1.63

-3.07%

C

Citigroup

1,222,000

53.88

+0.06

+0.12%

ADI

Analog Devices

942,000

52.56

-5.06

-8.79%

TXN

Texas Instruments

771,600

48.88

-1.69

-3.34%

AOL

AOL Time Warner

938,800

48.59

-0.20

-0.41%

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al Nasdaq (dati delle 10.00) con rispettivi volumi, prezzi e
variazioni percentuali (verificare chiusure definitive cliccando sul simbolo
dei singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO (in $)

VARIAZIONE (in punti)

VARIAZIONE (percentuale)

INTC

Intel

10,070,200

30.25

-0.25

-0.82%

VIGN

Vignette

10,582,000

7.34

-5.16

-41.25%

SUNW

Sun Microsystems

5,099,200

33.44

+1.06

+3.28%

RBAK

Redback Networks

3,791,000

38.63

-9.94

-20.46%

BVSN

BroadVision

3,936,700

13.94

-3.31

-19.20%

CSCO

Cisco Systems

4,976,200

38.81

-0.19

-0.48%

ITWO

i2 Technologies

2,711,200

47.88

-6.00

-11.14%

ADLAC

Adelphia Comm.

6,004,400

45.25

+0.19

+0.42%

WCOM

WorldCom

3,810,200

22.44

-0.06

-0.28%

AAPL

Apple Computer

3,087,000

17.75

+0.94

+5.58%