WALL STREET: DOMINA L’OTTIMISMO, NASDAQ +6,5%

5 Aprile 2001, di Redazione Wall Street Italia

Continuano i forti rialzi della mattinata e, mentre il Nasdaq Composite, trainato dall’ottimismo sui titoli tecnologici, segna un guadagno superiore al 6,5%, l’indice delle blue chip rimane sopra quota 9.800 punti.

Al New York Stock Exchange permane il blocco degli ordini automatici di acquisto, una misura per prevenire l’eccesso di rialzo.

Verificare quotazioni indici IN TEMPO REALE in prima pagina.

A far tornare l’ottimismo sui mercati, i commenti positivi di Dell Computer (DELL – Nasdaq), convinta di riuscire a rispettare le stime di bilancio per il primo trimestre. L’annuncio, arrivato nella tarda serata di ieri, ha immesso ossigeno su tutto il comparto coinvolgendo nei rialzi sia il tabellone elettronico che il Dow Jones.

“L’annuncio di Dell non poteva che fare bene al mercato – commenta Bob Rhodes del fondo Trusco Capital Management – e’ proprio quel tipo di notizia che gli investitori stavano aspettando per riprendere ad acquistare azioni”.

Tra le blue chip, si fa notare anche Intel Corp. (INTC – Nasdaq) che, con un guadagno di oltre l’11%, trascina verso l’alto tutto il settore dei chip nonostante Merrill Lynch abbia ridotto questa mattina il proprio rating su due big, Micron Technolog (MU – Nyse) e Advanced Micro Technology (AMD – Nyse). In rialzo anche il Philadelphia Semiconductor Index (SOX – PHLX) che vola sopra quota 500.

Notizie positive arrivano anche da un altro emblema della ‘New Economy’. Questa mattina la banca d’affari Lehman Brothers ha infatti alzato il rating su Yahoo! (YHOO – Nasdaq), portandolo da ‘Market Perform’ a ‘Buy’.

Holly Becker, l’analista che ha steso il rapporto sul primo portale Internet del mondo, sostiene che il prezzo del titolo e’ ora sufficientemente basso per comprare.

Sui listini in generale, stanno mostrando una tendenza al rialzo il settore del brokeraggio, microprocessori, instrastrutture per le telecomunicazioni, personal computer, intrattenimento, bancario, telecomunicazioni, alluminio, chimico, costruzioni, linee aeree.

Segno meno, invece, per il settore oro, bevande analcoliche, alimentare, prodotti per la casa, cosmetici.