Wall Street digerisce mossa Fed e passa in positivo

19 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Gli indici statunitensi dopo un avvio all’insegna della della debolezza, invertono rotta e prendono la via del rialzo, ricalcando il copione in Europa. La mossa della Fed di alzare tasso sconto per i prestiti di emergenza, allo 0,75%, era stata interpretata da alcuni investitori come segnale dell’inizio di una stretta monetaria da parte dell’istituto centrale, nonostante lo stesso istituto aveva precisato che il costo del denaro sarebbe rimasto ancora basso. Il mercato poi è stato rassicurato almeno in parte dai dati sull’inflazione Usa, che hanno mostrato un aumento dei prezzi a gennaio sotto le attese, segno che la pressione inflazionistica resta ancora limitata. Il dato sull’inflazione statunitense, ha indebolito il dollaro con punti a favore per l’euro. Il Dow Jones segna una risalita dello 0,25% mentre il più ampio paniere S&P500 avanza dello 0,30%. Più contenuta la salita del nasdaq +0,14% frenata dalla brutta performance di Dell dopo i risultati del quarto trimestre.