WALL STREET: DAI FUTURES APERTURA CONTRASTATA

22 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

A pochi minuti dall’apertura delle contrattazioni a New York il future sul Nasdaq continua la sua corsa in territorio positivo, mentre permane il segno meno sui contratti su S&P 500 e Dow Jones. L’andamento dei contratti futures sugli indici indica un’apertura di borsa contrastata.

Alle 15:15 (le 9:15 ora di New York) il contratto futures sull’indice S&P 500 e’ in ribasso di 3 punti (-0,27%).

Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in rialzo di 22 punti (+1,34%).

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in ribasso di 53 punti (-0,55%).

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a $1018,8 e rendimenti al 4,76%.

Sul contratto sul Dow Jones pesa in parte la revisione delle stime di crescita di Microsoft (MSFT – Nasdaq) ad opera di Goldman Sachs. Secondo Goldman il gigante del software chiudera’ il 2001 con un utile per azione compreso tra $1,75 e $1,78.

Sempre tra le blue chip, questa mattina il gigante dei prodotti di largo consumo Procter & Gamble (PG – Nasdaq) ha precisato che il piano di riduzione dei costi, anticipato mercoledi’ dal Wall Street Journal, prevede il licenziamento di 9.600 dipendenti in tutto il mondo, pari al 9% della forza lavoro.

Nel settore tecnologico continuano i problemi per Agere, la controllata di Lucent Technologies che opera nel settore semiconduttori. Questa mattina Lucent ha annunciato di aver abbassato la forchetta indicativa di prezzo relativa all’IPO di Agere. L’intervallo di prezzo si colloca adesso tra $6 e $7 dollari per azione.