WALL STREET CONTRASTATA SU ASPETTATIVA TASSI

20 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Dopo mezz’ora dall’inizio delle negoziazioni sulle borse USA, gli indici si presentano contrastati, con il Nasdaq ampiamente in territorio positivo mentre il Dow Jones oscilla di poco sotto la parita’.

Verificare in prima pagina aggiornamento indici in tempo reale.

L’indice delle blue chip sconta in parte l’apprensione che comincia a diffondersi tra gli investitori per quella che sara’ l’entita’ del taglio operato dal Federal Open Market Committee.

La speranza del mercato e’ infatti per una riduzione di 75 punti base, ma la maggior parte degli analisti a Wall Street prevede un taglio piu’ contenuto, pari allo 0,5%.

Fa meglio invece il Nasdaq, a cui l’attesa per la decisione della Fed fa dimenticare gli ennesimi ‘profit warning’ e ‘downgrade’ arrivati in mattinata dal settore tecnologico, e in particolare dal comparto semiconduttori.

Questa mattina hanno rivisto al ribasso le proprie stime di crescita il produttore di chip americano KLA-Tencor (KLAC – Nasdaq) e il gigante olandese dell’elettronica di consumo Philips (PHG – Nyse). Il ‘profit warning’ di Philips e’ relativo alle proprie attivita’ nel settore chip.

Male anche Solectron (SLR – Nyse). Il piu’ grande produttore al mondo di componenti elettroniche, ha annunciato un ‘profit warning’ sul trimestre in corso e il licenzamento di 8.200 persone (pari al 10% della forza lavoro), a causa di un rallentamento nella domanda a livello globale.

Il Philadelphia Semiconductor Index, uno dei principali indicatori dei titoli del comparto chip, ha aperto in calo dello 0,15%, mentre il Dow Jones Semiconductors lascia sul campo lo 0,5%.

Tra i principali titoli in movimento in mattinata a Wall Street:

Nel settore semiconduttori:

Philips (PHG – Nyse), il gigante olandese dell’elettronica, ha previsto per il primo trimestre 2001 una riduzione del 10% del risultato operativo del settore dei semiconduttori. Riviste le attese anche per il fatturato trimestrale la cui crescita dovrebbe essere del 7% e non del 15% stimato sino alla scorsa settimana. Il titolo perde quasi il 7% .
(Vedi Chip: Philips lancia ‘profit warning’)

Nel settore finanziario:

La banca d’affari Goldman Sachs (GS – Nyse) ha reso noto oggi il bilancio del primo trimestre 2001, terminato il 23 febbraio. La societa’ ha registrato utili per $1,40 ad azione, il 13% in meno rispetto allo stesso periodo del 2000 ma sufficienti a superare le stime degli analisti di Wall Street, che avevano previsto utili pari a $1,29 per azione. Il titolo guadagna oltre l’1%.