WALL STREET CONSOLIDA I GUADAGNI NEL POMERIGGIO

1 Aprile 2003, di Redazione Wall Street Italia

Giornata di recupero per Wall Street, dopo le bastonate di ieri. A circa due ore dalla chiusura dei mercati, Dow Jones e Nasdaq guadagnano rispettivamente oltre 80 e 9 punti. Relativamente bassi i volumi di scambio.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

Sebbene diversi esperti avvertono che si tratta di un rimbalzo – peraltro piuttosto modesto almeno fin qui – va segnalato che a contribuire al trend rialzista sono le notizie di alcuni importanti progressi messi a segno in Iraq dalle forze alleate.

Tra queste, la cattura di un generale iracheno e il fallimento di due attacchi terroristici iracheni in Giordania.

Nel frattempo la resistenza irachena continua a mostrarsi forte e il presidente Saddam Hussein in un messaggio letto dalla tv di stato – il mercato invece attenteva un’apparizione video del raìs come avevano preannunciato alcuni media – ha esortato gli iracheni ad uccidere l’aggressore e ha ricordato che “la guerra santa è un dovere”.

A frenare la spinta al rialzo ci pensano comunque i dati provenienti dal fronte macroeconomico: l’Ism manifatturiero per la prima volta in cinque mesi e’ sceso nel mese di marzo al di sotto dei 50 punti, a quota 46,2. Il settore manifatturiero sta dunque peggiorando e va ad alimentare le preoccupazioni degli investitori sulle prospettive dell’economia, che con una guerra in processo, gia’ appaiono fosche. Comunicate anche le le spese per costruzioni di febbraio, in calo, ma migliori delle previsioni.

DOLLARO, PETROLIO, ORO

Tra i fattori che aiutano le borse a recuperare, la ripresa del biglietto verde rispetto all’euro e il calo del petrolio calo del petrolio . Performance al ribasso per l’oro

IL FRONTE SOCIETARIO

Tra i titoli in rialzo, si mette in evidenza il colosso telefonico e blue chip del Dow Jones SBC Communications (SBC – Nyse), che secondo la banca d’affari Legg Mason e’ da acquistare subito. Continua invece a scivolare il colosso dei tabacchi Altria (MO – Nyse), che ha dichiarato di avere difficolta’ ad emettere un bond di $12 miliardi per far fronte alla sanzione imposta dalla Corte dell’illinois. In leggero guadagno anche il colosso informatico International Business Machines (IBM – Nyse) nonostante la nota negativa di J.P. Morgan. Cede invece il gruppo automobilistico General Motors (GM – Nyse) che ha annunciato il lancio una nuova campagna di incentivi attraverso finanziamenti a tasso zero fino a cinque anni.

Tra i settori, bene il comparto aereo (XAL ), con l’indice di riferimento in rialzo di quasi il 3% dopo che la Casa Bianca ha fatto sapere che l’amministrazione Bush continua a seguire con attenzione gli sforzi del Congresso per la messa a punto di un piano di aiuti a favore del settore.

In progresso anche i semiconduttori (SOX ), che riconquistano il segno piu’ dopo le pesanti perdite della sessione di lunedi’ e nonostante alcuni spunti negativi tra cui una nota cauta bearish su Intel (INTC – Nasdaq).

Male invece il comparto Internet (GIN ) sulla scia delle note negative piovute su Yahoo (YHOO – Nasdaq) e Amazon.com (AMZN – Nasdaq).

Da segnalare infine il leggero rialzo del networking (NWX) nonostante il ribasso la sforbiciata sulle stime di Cisco (CSCO – Nasdaq).

Per tutti i dettagli sui titoli che stanno movimentando la seduta odierna clicca su WSI TITOLI CALDI, in INSIDER.