WALL STREET CONFUSA SU SETTORE INFRASTRUTTURE CHIP

9 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Alcune volte e’ difficile decidere su cui puntare e anche Wall Street sembra avere questo dilemma quando si parla di titoli legati alle infrastrutture per le societa’ di semiconduttori.

Negli ultimi giorni, gli analisti di due grosse banche d’affari hanno espresso pareri completamente opposti sulla direzione che il settore sta intraprendendo.

Martedi’, Credit Suisse First Boston ha abbassato il rating su molti produttori di infrastrutture per chip da “Buy” a “Hold”, giustificando la decisione con le alte valutazioni dei titoli.

Ma solo la scorsa settimana, Merrill Lynch ha alzato il giudizio a una dozzina di titoli legati al settore semiconduttori da “Neutral” a “Buy”.

L’analista di Merrill Lynch Brett Hodess prevede che il settore possa riprendersi a meta’ del 2002, e anticipa segnali di miglioramento in alcuni mesi. L’analista sostiene che il mercato si stia dirigendo verso un altro ciclo di crescita che durera’ almeno tre anni.

Alla fine dello scorso anno, Barron’s aveva pubblicato commenti positivi su Lam Research (LRCX – Nasdaq) e Novellus Systems (NVLS – Nasdaq). I rialzisti sostenevano allora che i produttori di chip avrebbero aumentato le spese in conto capitale nella seconda meta’ del 2001 e che i depressi titoli del settore non avrebbero avuto altra direzione da prendere che verso l’alto.

Da allora, Lam ha registrato un rialzo del 72%, mentre Novellus un incremento del 55% (sebbene CSFB abbia tagliato il suo rating su Novellus, ha mantenuto un giudizio “Buy” su Lam).

Gunnar Miller, analista di Goldman Sachs, era rialzista su Lam in dicembre, quando e’ stato intervistato da Barron’s. Miller e’ ancora ottimista, e il titolo e’ nella “recommended List”, la lista delle azioni da raccomandare alla clientela, dal 1999.

Ma Peter Higgins, manager del fondo Dreyfus MidCap Value – che era rialzista su Lam lo scorso dicembre – ha detto di aver venduto l’intera quota sul titolo in aprile.

A quota $27,01 lo scorso mercoledi’, il titolo Lam e’ scambiato a 79 volte le attese sugli utili per l’anno fiscale 2002 (che termina il 24 giugno), ch esecondo i dati raccoldi da First Call/Thomson Financial dovrebbero attestarsi a 34 centesimi per azione. Si tratta di un valore doppio al P/E del colosso Applied Micro Devices (AMD – Nyse).

Il valore di Novellus appare piu’ ragionevole e in linea con quelli del settore. In base alla chiusura di mercoledi’ a $47,65, il titolo e’ scambiato a 39 volte gli utili previsti per il prossimo anno, ossia $1,21 per azione.

Hodess di Merrill Lynch prevede che il settore a cui appartengono le societa’ di infrastrutture per i chip segnera’ un rialzo del 30% nei prossimi 12 mesi. L’analista ha un target sul prezzo di $37 per Lam e di $70 per Novellus, sui 12 mesi.

Tuttavia, dopo un cosi’ forte rialzo e sulla base delle preoccupazioni che sembrano circolare intorno al settore, gli investitori che sono entrati presto potrebbero vendere qualche posizione.

© Copyright Barron’s per Wall Street Italia, Inc.

*G. Bartalos e E.C. Fleming sono editorialisti per Barron’s.