WALL STREET COME IN MEZZO ALLE SABBIE MOBILI

5 Ottobre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Alla soglia di meta’ giornata di scambi sulla piazza di New York la direzione e’ quella dei ribassi: tutti i principali indicatori accentuano in maniera lenta e costante le perdite.

(verifica quotazioni indici aggiornate IN TEMPO REALE in prima pagina)

Gli investitori stanno incassando cattive notizie una dietro l’altra: dopo i personal computer, anche la grande distribuzione segna una battuta d’arresto negli Stati Uniti.

Senza contare i segni di eclisse su molti astri del firmamento Internet: i piani di Amazon.com non convincono gli analisti, mentre Priceline.com a deciso di tagliare l’offerta di generi alimentari e carburante perche’ non ha i soldi per mandare avanti il progetto.

In questa situazione il ‘profit warning’ di Dell Computer non ha provocato le reazioni devastanti riservate nelle scorse settimane a Intel e Apple: rassegnazione, suggerisce un operatore. Ma qualcuno a Wall Street comincia a temere che si tratti della calma che precede la tempesta.

Sui listini sono in rialzo il settore beni di largo consumo, sanitario, bevande analcoliche, tessile.

In ribasso il settore edile, semiconduttori, telecomunicazioni a lunga distanza, petrolifero.

Tra i principali titoli in movimento a meta’ giornata a Wall Street:

Nel settore dell’alluminio, Alcoa Inc. (AA), il primo produttore mondiale del comparto, ha chiuso il terzo trimestre con un utile netto di 42 centesimi per azione, in linea con le aspettative del mercato. Nonostante cio’ il titolo perde a meta’ giornata quasi il 3%.
(Vedi Utili: Alcoa in linea con le aspettative)

Nel settore informatico, Dell Computer (DELL), secondo produttore al mondo di pc, ha comunicato che le vendite del terzo trimestre potrebbero essere del 3% inferiori al budget a causa della debolezza della domanda in Europa. Dell ha aggiunto che gli utili del terzo trimestre saranno in linea con le attese, ma gli utili per azione del quarto trimestre potrebbero essere di 1-2% sotto le stime degli analisti di Wall Street. Il titolo perde quasi l’ 8%.
(Vedi Utili: profit warning per Dell Computer)

Nel settore della moda, Polo Ralph Lauren (RL) ha comunicato che gli utili del trimestre saranno in linea con le aspettative di mercato, ovvero di 50 centesimi di dollaro per azione, ma che procedera’ comunque al taglio dei rami secchi. Il titolo guadagna il 15,5%.
(Vedi Moda: Ralph Loren chiude 23 negozi)

Nel settore delle telecomunicazioni, Emi Group (EMI) e Time Warner (TWX) hanno annunciato questa mattina a Londra di aver ritirato la notifica dell’accordo di fusione presentata alla Commissione Ue. Le due società hanno comunque annunciato che proseguiranno il confronto con la Commissione Ue e con le altre Autorithy alla ricerca di un nuovo accordo. Time Warner spera cosi’ di avere maggiori possibilita’ di ottenere l’ok alla fusione con il provider Internet Amercica Online (AOL). Il titolo EMI e’ invariato, mentre i titoli Time Warner e Aol guadagnano entrambi quasi il 5%.
(Vedi Fusioni: EMI e Time Warner rinunciano)

Nel settore Internet, Priceline.com (PCLN), la societa’ che offre beni e servizi permettendo al cliente di offrire un prezzo, perde oltre il 29,5%. Gli investitori hanno reagito con disappunto alla notizia che la societa’ cessera’ entro 90 giorni la vendita di carburante e generi alimentari.
(Vedi Borsa: Priceline.com apre in caduta libera)

Nel settore informatico, Compaq Computer Corp. (CPQ), il primo produttore mondiale di personal computers, ha strappato ad At&t (T) il suo nuovo direttore tecnico, Shane Robinson. Nonostante cio’ il titolo Copmaq perde quasi il 9%, mentre il titolo At&t perde oltre il 2%.
(Vedi Informatica: Compaq ruba l’uomo dei telefoni)

Nello stesso settore, Microsoft Corp. (MSFT), la prima societa’ informatica del mondo, rischia una causa per discriminazione sul luogo di lavoro; ne danno notizia fonti di stampa americane. Nonostante cio’ il titolo Microsoft guadagna lo 0,5%.
(Vedi Microsoft accusata di discriminare donne e neri)

Nel settore dei semiconduttori, Micron Technology (MU) ha chiuso il quarto trimestre con un utile di $1,20 per azione, in rialzo rispetto alla perdita di 3 centesimi segnata nello stesso periodo dell’anno precedente, grazie all’aumento della media delle vendite di memorie per computer. Le aspettative degli analisti erano di 96 centesimi per azione. Nonostante cio’ il titolo Micron perde il 10,5%.

Nel settore delle telecomunicazioni, Lucent Technologies Inc. (LU) e’ in rialzo dell’ 1,5% in seguito alla commessa da un miliardo di dollari da parte di SBC Communication (SBC). Il titolo SBC guadagna quasi il 2,5%.

Nel settore dell’abbigliamento, Gap Stores (GPS) guadagna quasi l’ 8,5% nonostante il calo dell’ 8% delle vendite in settembre a causa di problemi di inventario della catena di nogozi della linea Old Navy.

Nello settore della grande distribuzione, JC Penney (JCP) perde quasi il 9,5% dopo l’annuncio che la societa’ prevede di chiudere il terzo trimestre con utili inferiori ai 10 centesimi per azione previsti dagli analisti, a causa dei problemi nella catena di farmacie Eckerd.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al New York Stock Exchange (dati delle 12:00) con rispettivi
volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti cliccando
sul simbolo dei singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO

(in $)

VARIAZIONE

(in punti)

VARIAZIONE

(percentuale)

LU

Lucent Technologies

14,624,900

33.375

+0.438

+1.33%

NPW

Nuveen

13,259,300

27.188

+6.188

+29.46%

AOL

America Online

13,092,800

61.550

+2.900

+4.94%

MU

Micron Technology

10,420,400

42.000

-4.938

-10.52%

GMH

Hughes Electronics 

9,062,600

30.680

-1.820

-5.60%

NT

Nortel Networks

8,409,800

65.688

+2.063

+3.24%

CPQ

Compaq Computer

8,115,200

26.340

-2.500

-8.67%

USB

U.S. Bancorp 

6,552,100

24.500

-0.500

-2.00%

TXN

Texas Instruments

6,200,100

48.000

-2.750

-5.42%

XRX

Xerox

5,848,900

10.875

+0.063

+0.58%

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al Nasdaq (dati delle 12:00) con rispettivi volumi, prezzi e
variazioni percentuali (verificare aggiornamenti cliccando sul simbolo dei
singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO

(in $)

VARIAZIONE

(in punti)

VARIAZIONE

(percentuale)

DELL

Dell Computer 

69,575,800

25.875

-2.313

-8.20%

INTC

Intel

24,265,800

41.438

-0.563

-1.34%

WCOM

WorldCom

21,162,700

26.125

-2.063

-7.32%

CSCO

Cisco Systems

19,854,800

57.125

-1.438

-2.45%

MSFT

Microsoft

19,957,800

55.688

+0.250

+0.45%

QCOM

QUALCOMM 

15,381,800

82.125

+3.688

+4.70%

ORCL

Oracle

15,748,600

67.438

-0.688

-1.01%

SUNW

Sun Microsystems

12,610,000

108.000

-3.438

-3.08%

PCLN

priceline.com

12,793,100

6.625

-2.750

-29.33%

HLIT

Harmonic

11,418,300

14.563

-8.250

-36.16%