WALL STREET: CHIUSURA IN RALLY PER NASDAQ

22 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

In una giornata senza dati economici a fornire direzione ai mercati, mercoledi’ gli investitori sono tornati a investire nella Nuova Economia.

L’indice Nasdaq Composite ha chiuso in rialzo del 3,24%. Lo Standard & Poor’s 500 ha chiuso in rialzo del %0,41, mentre l’indice Dow Jones delle 30 blue chip ha chiuso in calo del 0,38%%.

A guidare gli ordini di acquisto azionari Usa durante tutta la sessione sono infatti stati l’high-tech del Nasdaq Composite e i titoli a larga capitalizzazione dello Standard & Poor’s 500.

Questi due gruppi hanno registrato flessioni significative per gran parte della scorsa settimana, e durante l’inizio di quella corrente. Ma hanno cominciato un trend di rally martedi’ pomeriggio dopo che la Federal Reserve ha annunciato il rialzo dei tassi di interesse a breve del 0,25%, come previsto.

In particolare, mercoledi’ il Nasdaq ha guidato il flusso di ordini di vendite sostenuto dal rialzo dei settori semiconduttori e biotech.

I titoli dei semiconduttori hanno ricevuto carburante da commenti positivi sulla potenzialita’ di crescita da parte della banca d’investimento Merrill Lynch.

Alla forza del settore high-tech ha anche contribuito il titolo della Micron Technology (MU), il secondo produttore al mondo di chip di memoria: il titolo e’ calato nel pre-borsa questa mattina dopo l’annuncio di utili trimestrali inferiori alle aspettative, ma ha poi guadagnato il 10% nella prima ora di contrattazioni grazie a un rialzo del rating (vedi storia WSI).

Anche il mercato dei titoli a larga capitalizzazione rappresentato dall’indice Standard & Poor’s 500 ha registrato un buon rialzo, anche grazie a commenti positivi dell’analista Abby Joseph Cohen, capo del settore strategia d’investimento di Goldman Sachs,

Cohen ha aumentato per fine anno il target dello S&P 500 da 1525 a 1575 e ha anche previsto che gli utili operativi per il 2000 saranno pari a 56 dollari ad azione, contro i 55 precedentemente annunciati e saliranno a 60 dollari per il 2001.
La ragione addotta dalla Cohen: l’ attuale espansione economica. (vedi storia WSI).

Nel rapporto reso noto questa mattina Abby Cohen ha commentato che le previsioni sono in linea con l’attuale espansione economica e sono supportate dalle analisi dei risultati operativi dei settori economici.

Il Dow Jones invece e’ stato trascinato al ribasso dalle perdite di titoli come Warner-Lambert (WLA). La societa’ ha ritirato dal mercato americano Rezulin, un controverso farmaco contro il diabete, dopo un’ingiunzione della Food and Drug Administration (FDA), l’ente che controlla il commercio e il consumo dei famaci negli Usa. (vedi storia WSI).

(VEDI CHIUSURA DEGLI INDICI AZIONARI IN PRIMA PAGINA E QUOTAZIONI INTERATTIVE QUI A FIANCO)

Tra i titoli che hanno movimentato la borsa oggi:

Rambus (RMBS) ha registrato un forte rialzo dopo che la Morgan Stanley ha rialzato il target del prezzo a $500 da $110. La banca d’affari ha notato che Intel (INTC) sta supportando la tecnologia Rambus e prevede un aumento degli utili del 130% nei prossimi anni. (vedi storia WSI).

Il colosso dei chips Intel (INTC) e’ uno dei migliori titoli del settore tecnologico dopo che Morgan Stanley Dean Witter ha rialzato gli utili della societa’ per l’anno fiscale 2000 e 2001 nonche’ il prezzo target da $125 a $175.

America Online (AOL), dopo aver annunciato ieri di aver superato i 22 milioni di utenti nel servizio di accesso alla rete, oggi ha segnato un rialzo di quasi il 4%. DLJ ha oggi riconfermato il rating “Top Pick” (”in cima alla lista”) per la societa’ ed il prezzo target a 120 dollari per azione.

Gli investitori sembrano poi fiduciosi nella ripresa dei titoli biotecnologici dopo che sia Protein Design Labs (PDLI) che Celera (CRA) hanno avuto un rialzo nel listino Instinet questa mattina. In chiusura (PDLI) guadagnava piu’ del 10%, mentre (CRA) quasi il 10%.

PSInet (PSIX), il provider Internet, ha fatto sapere oggi che acquisira’ la societa’ di softwares e servizi per aziende Metamor Worldwide Inc. (MMWW) per 1,9 miliardi di dollari in azioni. Il titolo ha chiuso in ribasso di oltre il 15%. (vedi storia WSI)

Uscendo dal settore tecnologico, Warner-Lambert (WLA) ha ritirato dal mercato americano Rezulin, un controverso farmaco contro il diabete, dopo un’ingiunzione della Food and Drug Administration (FDA), l’ente che controlla il commercio e il consumo dei famaci negli Usa. Il titolo ha risentito della decisione, perdendo quasi il 3%. (vedi storia WSI).

Nel settore finanziario, Bank One Corp. (ONE), dopo aver ridotto le operazioni a causa delle perdite nella divisione carte di credito, ha accettato di vendere a Household International Inc. (HI) il suo portafoglio di prestiti per la casa e 97 uffici della consociata di prodotti finanziari Banc One Financial Services per 2,15 miliardi di dollari. Il titolo (ONE) e’ attualmente in rialzo dello 0,23%. (vedi storia WSI)

Nel comparto bancario, La banca commerciale Chase Manhattan (CMB) ha fatto sapere che il suo consiglio di amministrazione ha approvato uno split azionario (frammentazione) nella ragione di 3 nuovi titoli ogni 2 vecchi.(vedi storia WSI)

Per quanto riguarda Merck (MRK), infine, DLJ ha fatto sapere che il titolo e’ sottostimato visto che l’attuale prezzo potrebbe rappresentare una buona soluzione di investimento. La banca d’affari e’ convinta che i buoni risultati negli utili del primo trimestre faranno aumentare gli introiti del 15-17%. (MRK) attualmente ha chiuso quasi in pareggio con una perdita dello 0,19%.

Ma ecco la lista dei 10 titoli piu’ trattati al New York York Stock Exchange (dati delle 12:30) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(AOL) America Online, Inc. 18,751,100 69.938 +2.563 +3.80%;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 17,586,100 31.625 +1.125 +3.69%;

(LU) Lucent Technologies Inc. 8,656,500 64.125 -2.875 -4.29%;

(MO) Philip Morris Companies Inc. 8,572,400 19.688 -0.625 -3.08%;

(PFE) Pfizer Inc 7,683,500 34.875 -1.813 -4.94%;

(DIS) Walt Disney Company 7,794,200 40.688 +1.500 +3.83%;

(C) Citigroup Inc. 5,404,900 58.000 -0.063 -0.11%;

(XRX) Xerox Corporation 5,979,800 27.563 -2.188 -7.35%;

(T) AT&T Corp. 5,483,400 54.875 -0.875 -1.57%;

(MU) Micron Technology, Inc. 5,647,700 133.938 +14.688 +12.32%.

Ed ecco la lista dei 10 titoli piu’ trattati al Nasdaq (dati delle 12:30) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(MSFT) Microsoft Corporation 25,198,300 104.563 +1.813 +1.76%;

(WCOM) MCI WorldCom, Inc. 16,974,100 44.375 +0.563 +1.28%;

(PSIX) PSINet Inc. 16,810,500 41.875 -7.625 -15.40%;

(INTC) Intel Corporation 15,912,700 143.125 +4.688 +3.39%;

(MMWW) Metamor Worldwide, Inc. 15,306,300 33.813 +17.813 +111.33%;

(DELL) Dell Computer Corporation 14,578,900 58.813 +0.813 +1.40%;

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 14,300,600 142.313 +1.469 +1.04%;

(ORCL) Oracle Corporation 11,576,800 80.656 -0.031 -0.04%;

(ATHM) Excite@Home 7,937,500 30.875 +2.563 +9.05%;

(YHOO) Yahoo! Inc. 8,030,100 198.625 +6.875 +3.59