WALL STREET CHIUDE PIATTA E DISORIENTATA

25 Agosto 2000, di Redazione Wall Street Italia

Al termine della seduta tutti i principali indicatori delle borse americane registrano variazioni frazionali: tendenza al rialzo sul Dow Jones, segno meno per il tabellone elettronico del Nasdaq.

Il Nasdaq ha chiuso a 4.042,68 (-0,26%), il Dow Jones ha chiuso a 11.192,63 (+0,09%), l’ S&P 500 a 1.506,46 (-0,12%) e il Russell 2000 a 525,11 (+0,35%).

Gli investitori sembrano disorientati dopo l’intervento di Alan Greenspan al simposio della Federal Reserve.

Il presidente della banca centrale americana e’ convinto che l’aumento della produttivita’ non possa continuare in eterno e quindi il circolo virtuoso di una crescita economica senza precedenti al riparo dell’inflazione rischia di spezzarsi.

Inevitabile sarebbe in questo caso una stretta sui tassi da parte della Fed entro la fine dell’anno.

Con queste premesse – spiegano gli operatori – e’ impossibile che i mercati riescano a ingranare sui rialzi, soprattutto alla vigilia di un week-end estivo, con volumi di scambi particolarmente bassi.

Sui listini in generale mostrano tendenza al rialzo biotecnologie, farmaceutico, telefonici e Internet.

Segno meno invece per petrolifero, beni di largo consumo e tecnologie per le telecomunicazioni.

Tra i principali titoli in movimento quest’oggi a New York:

Nel settore minerario, il gruppo britannico Billiton ha lanciato un’offerta d’acquisto amichevole (Opa) sulla canadese Rio Algom (ROM) per $1,2 miliardi. L’offerta supera del 10% la proposta della rivale Noranda. Il titolo Rio Algom ha guadagnato poco piu’ del 9%.
(Vedi Industria: Billiton lancia Opa su Rio Algom)

Nel settore petrolifero, BP Amoco Plc (BP) ha annunciato questa mattina di aver riottenuto il controllo di un impianto di produzione della societa’ russa OAO Sindaco, recuperando un investimento di $484 milioni nella societa’. Il titolo BP Amoco ha guadagnato a fine giornata lo 0,25%.
(Vedi Petrolio: BP amoco riprende stabilimento in Russia)

Nel settore delle telecomunicazioni, gli oneri operativi del gruppo britannico Vodafone (VOD) per la prima meta’ dell’anno ammontano a 14,5 miliardi di sterline. Il titolo Vodafone ha guadagnato poco meno dell’ 1%.
(Vedi Tlc: Vodafone, 13-14 mld sterline debito 1° sem.)

Nel settore delle attrezzature per le reti a fibre ottiche, Sycamore Networks (SCMR) ha chiuso il quarto trimestre del suo anno fiscale con un utile di 7 centesimi per azione, svoltando per la prima volta in positivo. Il titolo Sycamore ha perso quest’oggi quasi il 4%.
(Vedi High tech: Sycamore svolta in positivo)

Nel settore Internet, Razorfish,(RAZF) la societa’ di consulenza per il business online , ha annunciato questa mattina le dimissioni di Mike Pehl, direttore generale della societa’. Questa mattina la banca d’affari Deutsche Bank ha ridotto il rating di Razorfish da “Strong Buy” a “Buy”. Il titolo Razorfish ha perso il 10,75%.
(Vedi Internet: lascia direttore di Razorfish e Wall Street: upgradings & downgradings)

Nel settore delle fibre ottiche, il dipartimento di Giustizia americano ha chiesto a JDS Uniphase (JDSU) e SDL (SDLI) maggiori informazioni riguardo all’accordo di fusione delle due societa’. L’operazione di fusione, ha detto un portavoce delle due societa’, dovrebbe concludersi entro la fine dell’anno. Il titolo JDS Uniphase ha guadagnato quasi lo0,25%, mentre SDL perde il 2,5%.

Nel settore farmaceutico, Calypte Biomedical (CALY) ha segnato un rialzo del 196%, dopo che la societa’ ha annunciato che il suo test per l’AIDS basato sull’analisi delle urine ha ricevuto l’approvazione del governo cinese – sara’ l’unico test del genere disponibile in Cina.

Nel settore delle telecomunicazioni, Level 3 Communications (LVLT) ha chiuso la seduta con un rialzo del 5,5% dopo che la banca d’affari Robertson Stephens ne ha aumentato il rating da “Buy” a “Strong Buy”.
(Vedi Wall Street: upgradings & downgradings)

Nel settore elettronico, Honeywell International (HON) ha annunciato l’intenzione di vendere la divisione di componentistica auto che produce i marchi Presto, Fram e Autolite. La vendita dovrebbe portare nelle casse della societa’ dagli $800 ai $900 milioni. Il titolo ha guadagnato quasi lo 0,5%.

Nel settore dei software, Puma Technology (PUMA) ha perso quasi il 10,5%. La societa’ ha chiuso il quarto trimestre del suo anno fiscale con una perdita operativa di $8 centesimi per azione, inferiore alle aspettative ma peggiore rispetto al risultato dello stesso periodo del 1999.

Nel settore high tech, Emulex (EMLX), il primo produttore al mondo di adattatori per le reti a fibre ottiche, ha perso quest’oggi il 7,5%. Questa mattina un comunicato diffuso su Internet, definito poi una beffa dai vertici della societa’, sosteneva che, a seguito di indagini della Securities and Exchange Commission, l’amministratore delegato della societa’ avrebbe rassegnato le sue dimissioni con effetto immediato. Le autorita’ stanno indagando sull’accaduto. Il ribasso di Emulex, che ha toccato nel corso della giornata anche il 50%, ha influito negativamente anche su altri titoli del comparto: Brocade Communications (BRCD) ha perso il 2,75%, Finisar (FNSR) ha segnato un ribasso superiore al 2%, mentre Qlogic (QLGC) ha chiuso con un ribasso del 4,75%.
(Vedi High tech: Emulex perde il 42% dopo indagini Sec)

Nel settore dell’intrattenimento, Harvey Entertainment Co (HRVY), la societa’ che detiene i diritti sul personaggio dei cartoni animati Casper, ha siglato questa mattina una lettera di intenti con Classic Media LLC per i diritti su un altro beniamino dei bambini, Mr. Magoo. L’accordo prevede anche un investimento di Classic Media di $26 milioni. Il titolo Harvey ha guadagnato il 9%.

Nel settore dei software, Lernout & Hauspie Speech Products (LHSP) ha perso il 11,75% dopo le dimissioni dell’amministratore delegato Gaston Bastiaens.

Nel settore delle bevande analcoliche, Coca-Cola (KO) ha perso quasi il 3,5% dopo Salomon Smith Barney ha rivisto in negativo le previsioni sul volume di vendite. La banca d’affari ha lasciato invariati sia le aspettative sugli utili, sia il rating “Buy”.

Nel settore high tech, Crossroads Systems (CRDS) ha chiuso il trimestre con una perdita di 67 centesimi per azione, nettamente superiore alle aspettative del mercato. Gli analisti prevedevano perdite per 30 centesimi. Il titolo Crossroads ha perso a fine giornata il 16,5%.

Nel settore del marketing, Metron Technology (MTCH) ha segnato un rialzo superiore al 27% dopo che la banca d’affari Merrill Lynch ne ha confermato i rating sul breve e lungo termine a quota “Buy”.

Nel settore Internet, la casa d’aste online Auction.com ha annunciato di aver offerto $138 milioni in azioni per l’acquisizione di Greg Manning Auctions (GMAI), il cui titolo e’ cresciuto oggi del 23%.

Nel settore finanziario, Bank of America (BAC), la piu grande banca commerciale degli Stati Uniti, ha annunciato il lancio di un progetto pilota per un radicale cambiamento della propria offerta alla clientela. Le priorita’ sono di dare piu’ spazio a Interenet e al risparmio gestito. Il titolo Bank of America ha perso l’ 1,75%.
(Vedi Bank of America si trasforma con internet)

Sempre nel settore finanziario, il gruppo olandese Ing (ING) si appresta a lanciare un’offerta pubblica d’acquisto (Opa) amichevole sull’assicurazione canadese Equisure. Il totale dell’offerta e’ pari a $92,5 milioni, ossia $4,8 per azione. Il titolo Ing ha perso l’ 1,25%.
(Vedi Assicurazioni: Ing lancia Opa su Equisure)

Nel settore informatico, IBM (IBM) ha segnato, alla chiusura delle contrattazioni, un rialzo del 3,5%, in controtendenza rispetto ad altri grandi nomi del settore informatico come Intel (INTC) e Siebel Systems (SEBL), in ribasso sin dall’apertura. Il titolo si sta riavvicinando ai massimi stroici sull’anno di $137,69.

Nel settore Internet, Hypercom (HYC) ha presentato oggi il nuovo ePic ICE 4000, un dispositivo per i pagamenti online. Il titolo Hypercom ha segnato un rialzo del 19,5%.

Nel settore farmaceutico, Glaxo Wellcome (GLX) ha chiuso le contrattazioni con un rialzo dello 0,5%. La Food and Drug Administration, l’agenzia federale americana per il controllo sugli alimenti e i medicinali, ha dato l’approvazione per Advair, il farmaco per la cura dell’asma.

Nel settore automobilistico, Ford Motor (F) si prepara a lanciare FordDirect.com, un nuovo servizio per la vendita online di macchine e camion. L’operazione raccoglie circa 4.200 rivenditori autorizzati della seconda societa’ al mondo di automobili. Il titolo Ford ha perso quasi l’ 1%.

Nel settore Internet, Selectica (SLTC) ha annunciato questa mattina di non essere intenzionata a procedere con la seconda parte della offerta pubblica che avrebbe posto sul mercato 4 milioni di azioni. Il titolo Selectica ha guadagnato il 7,5%.

Nel settore dei prodotti per l’igiene intima, Chattem (CHTT) ha siglato l’accordo per la vendita della divisione che produce i deodoranti Ban a Kao Corp.. L’operazione, del valore di $160 milioni, influira’ direttamente sui risultati del 2001 che dovrebbe chiudersi con un utile di 75 centesimi per azione. Il titolo Chattem ha perso oggi il 14%.

Nel settore ottico, OmniVision Technologies (OVTI) ha segnato un rialzo del 8%. La societa’ di binocoli e macchine fotografiche ha chiuso il trimestre con un utile netto di 11 centesimi per azione, in forte rialzo rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al New York Stock Exchange (dati non ufficiali di chiusura) con
rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure
definitive cliccando sul simbolo dei singoli titoli):

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO

VARIAZIONE

(in punti)

VARIAZIONE

(percentuale)

LU

Lucent Technologies

13,270,800

41.063

+0.375

+0.92%

AOL

America Online 

10,252,400

60.563

+0.563

+0.94%

T

AT&T

10,500,100

30.938

-0.500

-1.59%

LOR

Loral Space & Comm.

8,065,400

8.188

+1.250

+18.02%

LMG.A

Liberty Media 

7,960,900

21.938

+0.125

+0.57%

GE

General Electric

7,393,300

59.188

+0.250

+0.42%

IBM

IBM

7,197,400

129.375

+4.563

+3.66%

TXN

Texas Instruments  

6,825,000

67.313

-2.313

-3.32%

BA

Boeing

6,843,800

54.188

+0.563

+1.05%

NOK

Nokia

6,861,800

41.625

-0.125

-0.30%

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al Nasdaq (dati non ufficiali di chiusura) con rispettivi volumi, prezzi
e variazioni percentuali (verificare chiusure definitive cliccando sul simbolo
dei singoli titoli):

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO

VARIAZIONE

(in punti)

VARIAZIONE

(percentuale)

MSFT

Microsoft

22,255,300

70.750

-0.375

-0.53%

CSCO

Cisco Systems 

18,652,000

65.875

-0.625

-0.94%

INTC

Intel

18,761,300

73.250

-1.000

-1.35%

WCOM

WorldCom

18,091,800

36.000

+1.063

+3.04%

QLGC

Qlogic

16,402,000

104.938

-4.750

-4.33%

DELL

Dell Computer

15,610,400

38.688

-0.313

-0.80%

RAZF

Razorfish

14,800,900

13.313

-1.250

-8.58%

GBLX

Global Crossing

12,812,600

31.375

-0.750

-2.33%

ORCL

Oracle  

12,142,500

85.250

+0.563

+0.66%

DCLK

DoubleClick

11,071,100

42.813

+2.188

+5.38%