WALL STREET CHIUDE IN RALLY, NASDAQ +6%

10 Aprile 2001, di Redazione Wall Street Italia

I mercati USA chiudono in rally una seduta tutta dominata dall’ottimismo.

Il Nasdaq Composite mette a segno un guadagno di oltre il 6%, uno dei piu’ alti dei suoi 30 anni di vita, mentre l’indice Dow Jones riconquista felicemente quota 10.000 punti, un livello che, in chiusura, non si vedeva dal 15 marzo scorso.

Il Nasdaq ha chiuso a 1.852,00 (+6,09%), il Dow Jones a 10.102,74 (+2,62%), l’ S&P 500 a 1.168,38 (+2,71%) e il Russell 2000 a 451,84 (+2,30%).

I rialzi, oggi, sembrano aver condizionato tutti i settori, eccetto il farmaceutico e i metalli preziosi.

Si sono inoltre fatte notare sui listini le societa’ ad alta capitalizzazione come Cisco Systems (CSCO – Nasdaq) +9,5%, Amazon (AMZN – Nasdaq) +7,5%, Sun Microsystems (SUNW – Nasdaq) +12%, e JDS Uniphase (JDSU – Nasdaq) +17%.

Gli operatori a Wall Street sottolineano che non si tratta di ricoperture da parte dei ribassisti, ma di veri e propri acquisti, in particolare degli investitori istituzionali. Questo – commentano alcuni analisti – dovrebbe dare il via alla ripresa dei mercati, sui quali le notizie negative sembrano ormai non avere piu’ l’impatto distruttivo di inizio anno.

Secondo Byron Wien, market strategist presso Morgan Stanley, il mercato sta raggiungendo il fondo, o ‘bottom’. “Non assisteremo piu’ a forti oscillazioni sui mercati – ha detto Wien – Questi sembrano essere pronti a formare un’ampia base su cui poi costruire la ripresa”.

Piu’ cauto invece James Oberweis, portfolio manager di Oberweis Asset Management, secondo cui ancora non e’ possibile dire se l’orso si sia allontanato.

“Tutto – dice Oberweis – dipendera’ dall’andamento degli utili aziendali del primo trimestre e dalle aspettative sul secondo e sul terzo trimestre”.

Ed e’ proprio sugli utili aziendali che gli investitori tengono gli occhi puntati. A servire da barometro – commentano gli operatori – sara’ Motorola (MOT – Nyse), che martedi’ sera diffondera’ i dati di bilancio relativi al primo trimestre dell’anno (vedere la sezione RUMORS

che trovate sul menu in cima alla pagina).

Nonostante i due ‘profit warning’ e le preoccupazioni sulla liquidita’ di cassa, gli utili del primo produttore al mondo di chip per la telefonia mobile potrebbero fornire maggiori informazioni sullo stato di salute del settore high tech e dell’economia americana piu’ in generale. Un’indicazione ulteriore potra’ giungere dai profitti di Yahoo (YHOO) attesi per mercoledi’ dopo la chiusura dei mercati.

A beneficiare delle attese che circondano il colosso americano Motorola e’ tutto il settore dei chip, dove neppure il ‘warning’ di Cypress Semiconductor (CY – Nyse) riesce a frenare i forti guadagni. Il Philadelphia Semiconductor Index (SOX – PHLX) termina la seduta con una crescita di circa il 9,5%.

“La maggior parte degli investitori cerca di guardare oltre le notizie poco confortanti che circondano gli utili delle aziende high tech – sostiene Jesse Soto, analista di punta di Highmark Capital Management – Tutti sembrano ipotizzare una ripresa piu’ in la’ nel corso dell’anno”.

A infondere ossigeno sui mercati, anche le parole del presidente della Federal Reserve di St Louis e membro votante del FOMC, William Poole, secondo cui vi e’ solo il 25% di probabilita’ che l’economia americana entri in recessione.

Nel suo intervento al Dyersburg State Community College, Poole ha inoltre detto che la Fed e’ pronta a reagire al cambiamento degli scenari economici e quindi – come sopra accennato – non ha escluso del tutto la possibilita’ di una recessione.

Tra i titoli che oggi hanno strappato rialzi d’eccezione sulle borse americane:

1) Highlands Insurance group (HIC – Nyse) +42,38%;
2) Napco Security System (NSSC – Nasdaq) +41,69%;
3) Butler International (BUTL Nasdaq) – +40,00%;
4) Brio Technology (BRIO – Nasdaq) +39,60%;
5) PurchasePro.com (PPRO – Nasdaq) +37,55%.

I ribassi si sono invece particolarmente accaniti contro:

1) Molecular Devices (MDCC – Nasdaq) -57,91%;
2) Sensormatic Electronics (SRM – Nyse) -32,34%;
3) Catalyst International (CLYS – Nasdaq) -27,43%;
4) Isomet Corporation (IOMT – Nasdaq) -27,27%;
5) Lucille Farms (LUCY – Nasdaq) -23,15%.

Tra i principali titoli in movimento oggi a Wall Street:

Nel settore dei telefoni cellulari:

Motorola (MOT – Nyse )
ha guadagnato il 13% sulle attese per i dati di bilancio del primo trimestre.
(Vedi Borsa: Motorola +9%,
in attesa degli utili
)

Nel settore dei semiconduttori:

Intel Corp. (INTC – Nasdaq)
conquista oggi circa il 7%. Il primo produttore di chip al mondo aveva perso il 2% nella seduta di lunedi’ dopo che Lehman Brothers ne aveva abbassato le stime sugli utili.

Nel settore delle utility:

Il produttore di energia elettrica Edison International (EIX – Nyse)
guadagna oggi piu’ del 27,5% dopo aver annunciato il raggiungimento di un accordo con il governatore della California per non andare in bancarotta.

Nel settore dei componenti elettronici:

Sawtek (SAWS – Nasdaq),
produttore di componenti per comunicazioni wireless, e’ in rialzo di circa il 13% dopo che ieri ha fatto sapere – a mercati chiusi – che gli utili sono calati del 26%.

Nel settore delle assicurazioni:

Aetna (AET – Nyse)
ha lasciato oltre il 17,5%. Il colosso assicurativo ha annunciato questa mattina di attendersi per il primo trimestre risultati di bilancio “di molto inferiori” alle attese di mercato a causa dei costi medici sostenuti. Gli analisti di First Call/Thomson Financial si attendevano invece per tale periodo un utile di 28 centesimi per azione.

Nel settore dei software:

Adobe Systems (ADBE – Nasdaq)
conquista il 15,5%. La societa’ di software per la grafica ha annunciato un accordo con il colosso Amazon.com (AMZN) per la vendita di libri digitali, o eBook, che utilizzino le tecnologie sviluppate da Adobe