WALL STREET CHIUDE FERITA DALL’HIGH-TECH

10 Novembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Al termine della giornata di contrattazioni a New York, tutti i principali indicatori delle borse americane sono in forte perdita, trascinati in ribasso dal comparto high-tech: incertezza sulle prospettive di crescita per il 2001, come sul nuovo presidente degli Stati Uniti.

Il Nasdaq ha chiuso a 3.028,99 (-5,35%), il Dow Jones ha chiuso a 10.602,95 (-2,13%), l’ S&P 500 a 1.365,97 (-2,44%) e il Russell 2000 a 480,90 (-2,91%).

Gli ordini di vendita sono stati scatenati sin dall’apertura dal comunicato di Dell: il secondo produttore mondiale di personal computer ha rivisto le stime sul fatturato del 2001 del 20% e tutto il comparto e’ precipitato a rotta di collo.

Il tabellone elettronico del Nasdaq e’ riuscito appena a mantenersi al di sopra di quota 3.000 punti, spiazzando analisti del calibro Abby Cohen di Goldman Sachs, pronta a giurare sino a qualche settimana fa per rialzi sino a quota 4.300 punti.

L’ondata di ribassi tuttavia potrebbe offrire molte buone occasioni agli investitori accorti: “Il tormentone elettorale, prima o poi, finira’, di questo possiamo essere certi – spiega Gregg Hymowitz, manager di En Trust Capitol – E’ un’occasione d’oro per comprare a prezzi scontati”.

Sui listini in generale, mostrano una debole tendenza al rialzo solo petroliferi e utility.

Tra i principali titoli in movimento quest’oggi a Wall Street:

Nel settore dei media, l’Antitrust Usa per le telecomunicazioni (Federal Trade Commission) ha rinviato di tre settimane la propria decisione sulla proposta fusione da $124 miliardi tra America Online Inc. (AOL) e Time Warner Inc. (TWX). La decisione dei commissari Usa e’ stata annunciata nel tardo pomeriggio di giovedi’, dopo la chiusura dei mercati. Il titolo Aol ha perso quasi il 3%, mentre il titolo Time Warner ha perso il 2%.
(Vedi AOL-Time Warner: antitrust Usa rinvia decisione)

Nel settore informatico, Dell Computer (DELL) ha perso quasi il 18,5% dopo aver ridotto al 20% le stime di crescita per le vendite relative al 2001, ben al di sotto delle performance storiche della societa’. Dell ha concluso il terzo trimestre con un utile netto di $674 milioni, in rialzo del 35,9% rispetto ai $483 milioni di un anno prima, pari a un risultato netto di 25 centesimi per azione contro 18, in linea con le previsioni riviste dagli analisti dopo il profit warning lanciato dalla società nei mesi scorsi. L’annuncio ha influenzato negativamente anche Intel Corp. (INTC), il primo produttore al mondo di microprocessori per pc, che ha segnato una cessione di quasi il 9,5%.
(Vedi Borsa: Dell brucia oltre 18% e schiaccia Intel ~ Utili: Dell Computer, +35,9% terzo trimestre 2000 ~ Aziende: tutti i risultati del trimestre)

Nello stesso settore, (IBM) ha perso quasi il 5,5% dopo aver ridotto le aspettative di crescita sul fatturato.

Nel settore del software, Microsoft (MSFT) ha messo in guardia i propri azionisti contro la volatilita’ del mercato, soprattutto nel settore dei computer, e ha quindi suggerito di investire nel titolo Microsoft pensando al lungo termine. Il titolo ha perso il 4%.
(Vedi Microsoft: investimento per il lungo termine)

Nel settore delle infrastrutture per le telecomunicazioni, Cisco Systems Inc. (CSCO) ha acquistato per $266 milioni in azioni le attivita’ di messaggeria istantanea di Active Voice Corp. (ACVC). Il titolo Cisco ha perso quasi il 4,5%, mentre il titolo ACVC ha guadagnato il 28%.

Nel settore della fotografia, Eastman Kodak Co. (EK) ha intenzione di acquistare per $39 milioni in contanti, pari a $4,05 per azione, Lumisys Inc. (LUMI), una societa’ di sistemi radiografici per personal computer. Il titolo EK ha perso oltre l’ 1%, mentre il titolo Lumisys ha guadagnato oltre il 51%.

Nel settore industriale, Honeywell International Inc. (HON) ha annunciato di aver cambiato idea circa il disinvestimento di alcune operazioni dopo l’accordo di fusione raggiunto con General Electric Company (GE). Il titolo Honeywell ha guadagnato lo 0,5%, mentre General Electric ha perso lo 0,5%.

Nel settore informatico, Red Hat Inc. (RHAT), la societa’ che distribuisce il sistema operativo Linux, ha nominato oggi il nuovo Direttore finanziario. La carica viene assunta da Kevin Thomson, attuale vice direttore generale operativo. Il titolo Red Hat ha perso il 7,5%.

Nel settore delle telecomunicazioni, John Malone, uno dei membri chiave di AT&T (T) e l’uomo che ha ispirato al presidente Michael Armstrong la recente operazione spezzatino della societa’, ha chiesto la immedata separazione del gruppo Liberty Media (LMG.A), una divisione indipendente di AT&T scambiata attualmente come suo tracking stock. Il titolo AT&T ha perso quasi il 3,5%, mentre il titolo Liberty Media ha chiuso invariato.

Nel settore dei semiconduttori, NVIDIA Corp. (NVDA) ha registrato per il terzo trimestre utili di $28,1 milioni, pari a 35 centesimi ad azione, 3 centesimi in piu’ delle previsioni degli analisti. Il titolo ha perso quasi il 5,5%.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al New York Stock Exchange (dati non ufficiali di chiusura) con
rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure
definitive cliccando sul simbolo dei singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO

(in $)

VARIAZIONE

(in punti)

VARIAZIONE

(percentuale)

CPQ

Compaq

20,366,200

25.650

-1.460

-5.39%

T

AT&T

14,394,000

20.438

-0.750

-3.54%

WMT

Wal-Mart Stores

13,986,800

43.875

-3.250

-6.90%

SLR

Solectron

13,667,600

36.063

-3.938

-9.84%

EMC

EMC

13,289,400

83.000

-2.000

-2.35%

LU

Lucent Technologies

12,841,400

22.000

-1.313

-5.63%

NT

Nortel Networks

12,756,500

38.625

-1.188

-2.98%

DIS

Walt Disney

12,808,500

31.688

+0.563

+1.81%

HD

Home Depot

11,709,500

36.375

-2.438

-6.28%

HWP

Hewlett-Packard

11,006,800

39.250

-3.688

-8.59%

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al Nasdaq (dati non ufficiali di chiusura) con rispettivi volumi,
prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure definitive cliccando
sul simbolo dei singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO

(in $)

VARIAZIONE

(in punti)

VARIAZIONE

(percentuale)

DELL

Dell

117,168,500

23.000

-5.375

-18.94%

INTC

Intel

85,731,500

37.000

-4.375

-10.57%

CSCO

Cisco Systems

52,910,500

50.375

-2.875

-5.40%

WCOM

WorldCom

53,561,800

15.563

-0.563

-3.49%

ORCL

Oracle

49,429,600

25.500

-1.688

-6.21%

MSFT

Microsoft

44,445,900

67.688

-3.188

-4.50%

SUNW

Sun Microsystems

40,091,800

89.125

-8.500

-8.71%

IMNX

Immunex

30,527,900

41.813

+2.063

+5.19%

JDSU

JDS Uniphase 

21,527,400

69.000

-4.750

-6.44%

ERICY

Ericsson 

18,425,700

11.375

-1.000

-8.08%