Società

WALL STREET CHIUDE CON GLI INDICI IN RIALZO

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Le borse americane iniziano bene la settimana. Dopo il rialzo dell’ultima ora di venerdi’, i listini continuano il recupero rispetto alle giornate difficili della settimana passata.

I timori su pratiche contabili “poco chiare”, che avevano depresso il mercato, sono state considerate eccessive da alcuni analisti e gli investitori sono tornati a considerare interessanti le attuali quotazioni azionarie.

I primi titoli a trarne vantaggio sono stati, la societa’ di telefonia mobile Qualcomm (QCOM – Nasdaq), accusata venerdi’ di anomalie nei conti, e il colosso delle infrastrutture per Internet Cisco System (CSCO – Nasdaq), criticata dagli analisti per aver utilizzato un sistema contabile aggressivo.

Stessa sorte per la conglomerata Tyco International (TYC – Nyse), cresciuta per la quarta seduta consecutiva dopo aver rassicurato gli investitori sulla sua situazione finanziaria.

Sui listini in generale, hanno performato bene i semiconduttori, la telefonia mobile, fibre ottiche, trasporto aereo.

Il Nasdaq ha chiuso a 1.846,66 (+1,53%)
Il Dow Jones a 9.884,78 (+1,44%)
L’S&P 500 a 1.111,94 (+1,43%)

A trainare il Dow Jones e’ stata la conglomerata United Technologies (UTX – Nyse), che ha riconfermato le stime sui risultati del 2002, e la societa’ chimica DuPont (DD – Nyse), che ha ricevuto una nota positiva da Salomon Smith Barney dopo aver annunciato la scorporazione della divisione tessile.

Durante la sessione odierna il Nasdaq e’ rimasto lievemente indietro rispetto al listino industriale a causa di Microsoft (MSFT – Nasdaq), che secondo Christopher Shilakes, analista di Merrill Lynch, attraversera’ un periodo difficile nel medio termine a causa della debolezza della vendita dei personal computer. Ciononostante, il listino tecnologico e’ riuscito nelle battute finali a superare il Dow.

La notizia di Microsoft, tuttavia, ha avuto l’effetto di limitare il rialzo del comparto software: Verisign (VRSN – Nasdaq), Siebel Systems (SEBL – Nasdaq), Veritas Software (VRTS – Nasdaq), PeopleSoft (PSFT – Nasdaq).

Nel frattempo, tra i comparti che si sono confermati maglie rose della giornata, si distinguono i semiconduttori, che hanno accolto con favore la decisione della banca d’affari Goldman Sachs di alzare le stime sugli utili della societa’ di infrastrutture per chip Applied Materials (AMAT – Nasdaq). In rialzo anche Texas instruments (TXN – Nyse), Micron Technology (MU – Nyse).

Bene il settore telefonia mobile infrastrutture per tlc, sostenuto dalla buona performance di Qualcomm. Hanno guadagnato Motorola(MOT – Nyse), Nokia (NOK – Nyse), Ericsson (ERICY – Nasdaq), Nortel Networks (NT – Nyse), Jds Uniphase (JDSU – Nasdaq).

Maglia nera del settore comunicazioni e’ stata la societa’ Qwest Communication (Q – Nasdaq), che ha ricevuto un mandato di comparizione da parte della Sec, relativamente alla bancarotta di Global Crossing (GBLXQ – Nasdaq).

In rialzo il settore fibre ottiche, aiutato dalle previsioni positive che Corning (GLW – Nyse) ha formulato sul trimestre in corso. Sulla scia cresce Ciena (CIEN – Nasdaq).

Sotto i riflettori il comparto finanziario, su cui si e’ abbattuta la decisione di JP Morgan (JPM – Nyse) di ridurre le stime su Goldman Sachs (GS – Nyse). Dopo essere state in territorio negativo per buona parte della sessione tuttavia Morgan Stanley Dean Witter (MWD – Nyse) e Merrill Lynch (MER – Nyse) riescono a chiudere in buon rialzo una giornata che ha premiato un po’ tutti i titoli azionari.

I petroliferi come Exxon Mobil (XOM – Nyse) e Bp Amoco (BP – Nyse), in difficolta’ durante la giornata per le dichiarazioni della Russia sui livelli produttivi, si sono ripresi nel finale, chiudendo in positivo.

Per avere piu’ dettagli sui TITOLI CALDI che hanno movimentato la sessione odierna clicca sulla sezione INSIDER, che trovi sul menu in cima alla pagina. Abbonati subito!