WALL STREET: CHIP MAGLIA ROSA DELLA SEDUTA

13 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Gli investitori tornano ad acquistare con decisione, posizionandosi su quei titoli che, dopo le recenti perdite, risultano ora appetibili. Il Nasdaq continua a viaggiare sopra quota 1.600, mentre il Dow Jones guadagna piu’ di 120 punti e riconquista di nuovo la soglia dei 10.000 punti.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

A sostenere il listino tecnologico, in particolare, e’ la buona performance dei semiconduttori. Il comparto beneficia del commento positivo della banca d’affari Thomas Weisel , che ha sottolineato che e’ arrivato il momento di investire sui titoli tecnologici .

Permangono tuttavia le preoccupazioni sulla futura performance del mercato azionario. La banca d’affari Banc of America ha infatti rivisto al ribasso il target a 12 mesi dell’indice S&P 500 , tagliando anche le stime sugli utili delle societa’ che ne fanno parte.

Titoli in movimento

Sul Dow Jones si mette in evidenza il progresso del colosso informatico Ibm (IBM – Nyse), in recupero dopo i ribassi collezionati nell’ultimo periodo. Alcuni operatori di mercato ritengono che la valutazione del titolo sia ora appetibile. E in particolare la banca d’affari SG Cowen ha premiato Ibm, definendo il titolo l’affare della settimana . In rialzo sul listino dei titoli industriali anche Mc Donald’s (MCD – Nyse), grazie alla nota positiva di Morgan Stanley .

Bene anche Xerox (XRX – Nyse), dopo che la conglomerata General Electric (GE – Nyse) ha deciso di offrire un finanziamento per cercare di sanare la difficile condizione della societa’.

Maglia nera del Dow Jones e’ la blue chip Eastman Kodak (EK – Nyse), che perde dopo che la banca d’affari Ubs Warburg ha tagliato il rating sul titolo .

Sul Nasdaq si distingue il rialzo del produttore di chip Applied Materials (AMAT – Nasdaq). In attesa dei risultati trimestrali che la societa’ comunichera’ nella giornata di domani, molti analisti ritengono che il bilancio si rivelera’ molto positivo . In guadagno anche l’operatore di tlc Qualcomm (QCOM ) dopo la nota positiva della banca d’affari Ubs Warburg.

Settori

Performance positiva per i semiconduttori, con l’indice di riferimento Philadephia Semiconductor Index (SOX) che segna un rialzo superiore al 3%. Crescono Intel (INTC – Nasdaq) e Kla- Tencor (KLAC – Nasdaq). Male, invece, il produttore di chip Rambus (RMBS – Nasdaq), dopo la decisione della Federal Trade Commission di preparare una causa antitrust contro il gruppo.

In rialzo il comparto software , con l’indice di riferimento CBOE Gsti software Index (GSO ) che guadagna piu’ del 3%. In progresso Oracle (ORCL – Nasdaq), Adobe Systems (ADBE – Nasdaq) e Microsoft (MSFT – Nasdaq).

In recupero, dopo l’incertezza delle prime battute, l’andamento del settore retail (RLX ), dopo che il colosso Sears Roebuck (S – Nyse) ha annunciato l’acquisizione del gigante della vendita per corrispondenza Lands’ End (LE – Nyse) per 1,9 miliardi.

Il comparto aereo (XAL ) recupera terreno, beneficiando del progresso della compagnia aerea United Airline (UAL – Nyse), in rialzo dopo che la banca d’affari Goldman Sachs ha alzato il rating sul titolo . Il settore accusa tuttavia il forte calo della rivale US Airways (U – Nyse). La compagnia aerea sarebbe infatti a rischio di bancarotta .

In rialzo il settore wireless, con gli indici di riferimento Amex N Telecommunications (XTC ) e Phlx Wireless Telecom Index (YLS ) che accolgono positivamente la revisione al rialzo del titolo Qualcomm (QCOM ). Sugli indici si mettono in luce i progressi dei produttori di cellulari Ericsson (ERICY – Nasdaq), Motorola (MOT – Nyse) e Nokia (NOK – Nyse)

Sempre piu’ critiche, invece, le condizioni dell’operatore telefonico a lunga distanza Worldcom (WCOM – Nasdaq) che potrebbe essere vicina all’ amministrazione controllata . Lo ha dichiarato il broker H&R Block Financial Advisors .

Bene il comparto harware sostenuto dai rialzi di Dell (DELL – Nasdaq) e di Hewlett Packard (HPQ – Nyse).

Occhi puntati sulle condizioni difficili in cui versa il settore della compravendita energetica Usa , che accusa i dubbi sulla bonta’ della regolamentazione del comparto . La notizia e’ stata riportata oggi dal Wall Street Journal. I titoli del settore stanno infatti scontando le accuse di aver artificialmente gonfiato fatturato e utili vendendo e comprando allo stesso tempo lo stesso prodotto. Deboli Anadarko Petroleum (APC – Nyse) e Duke Energy (DUK – Nyse)

Da segnalare

Un sondaggio sondaggio condotto da Manpower , società che si occupa di lavoro interinale, ha messo in luce come le società americane sarebbero intenzionate ad assumere nel terzo trimestre maggiore personale rispetto al trimestre precedente. La notizia ha alimentato le speranze sulla ripresa del mercato del lavoro.

Sotto i riflettori l’agenzia di rating Moody’s (MCO – Nyse). Secondo la rete televisiva finanziaria CNBC, infatti, la societa’ presenterebbe punti deboli relativi all’ integrita’ con cui emette i rating sul debito.

Sul fronte valutario, commenti confortanti sulla ripresa del dollaro sono stati espressi da Bank of Tokyo-Mitsubishi, che ha sottolineato come la debolezza della valuta durera’ ancora per poco.

Per avere piu’ dettagli sui TITOLI CALDI che stanno movimentando la sessione odierna clicca sulla sezione INSIDER, che trovi sul menu in cima alla pagina. Abbonati subito!