WALL STREET: CHIP E RETAIL SOSTENGONO I LISTINI

10 Giugno 2004, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta positivo per i mercati americani, favoriti dalle buone notizie provenienti dai settori retail e semiconduttori. Il Dow Jones guadagna lo 0.26% a 10395 e il Nasdaq lo 0.33% a 1997.

A diffondere il buonumore ancora prima dell’apertura la notizia dell’acquisto di dell’unita’ Marshall Field’s di Target da parte di May Department Stores. Il prezzo dell’operazione, di $3.24 miliardi (in contanti), e’ maggiore rispetto a quanto atteso dagli analisti.

Notizie molto positive anche dal comparto dei chip. La Semiconductor Industry Association ha annunciato che per il 2004 prevede vendite globali in aumento del 29% grazie alla solida domanda di chip per computer, cellulari e altri prodotti di elettronica.

Occhi puntati, oggi, anche sul colosso dei prodotti di largo consumo Procter & Gamble. La societa’ ha confermato le previsioni sui risultati del trimestre in corso. [Vedi decine di azioni in movimento segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 12 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, utilizza il
link INSIDER]

Sul fronte macro, non ha sortito reazioni significative la pubblicazione dei dati economici di questa mattina. Il numero di richieste di sussidi di disoccupazione la settimana scorsa sono salite di 12.000 unita’ a quota 352.000. Le stime erano per un valore di 335.000.

In netto aumento i prezzi all’importazione: nel mese di maggio il dato e’ cresciuto dell’1.6% (+7% su base annua) contro il +0.8% previsto. A determinare tale incremento, il maggiore da sedici mesi, il rincaro del petrolio. I prezzi export nelo stesso periodo sono aumentati dello 0.3% (+4.3% su base annua).

Alle 20:00 ora italiana saranno pubblicati i numeri sul Budget del Tesoro. L’atteso dato sui prezzi alla produzione (PPI) e’ stato invece rinviato al 15 giugno per problemi tecnici di computo. L’indicatore, in precedenza previsto per domani, era stato in un primo momento anticipato ad oggi perche’ domani i mercati resteranno chiusi in segno di lutto per la scomparsa di Ronald Reagan.

La chiusura anticipata dei mercati, secondo gli operatori, dovrebbe rendere piuttosto fiacchi i volumi di scambio della seduta odierna.

Sugli altri mercati, sono in ribasso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.82%. Pesano le preoccupazioni di un aumento dei tassi di interesse. Tali aspettative favoriscono invece la quotazione del dollaro, che nei confronti dell’euro viene scambiato a 1.2057.