WALL STREET: CAUTO OTTIMISMO IN VISTA DEL BREAK

3 Luglio 2007, di Redazione Wall Street Italia

Gli indici americani hanno aperto alle contrattazioni in leggero rialzo. Il Dow Jones guadagna lo 0.07% a 13544, l’S&P500 lo 0.15% a 1521, il Nasdaq sale dello 0.13% a 2635. La seduta odierna terminera’ in anticipo e’ sara’ caratterizzata con molte probabilita’ da bassi volumi di scambi per la ricorrenza dell’Independence Day.

Le contrattazioni al New York Stock Exchange finiranno alle 19:00 ora italiana, domani i mercati resteranno chiusi tutto il giorno; il trading riprendera’ regolarmente nella giornata di giovedi’.

Nella giornata di ieri i listini hanno terminato la seduta in rally grazie alla ripresa dell’attivita’ di M&A, al calo dei rendimenti sui bond (sotto la soglia del 5%) e a un buon dato macro che ha mostrato un’inaspettata accelerazione del comparto manifatturiero.

Subito dopo l’apertura sono attesi un paio di dati macro che dovrebbero mostrare un rimbalzo delle vendite di case (con contratti ancora in corso) e una flessione degli ordini alle fabbriche: entrambi gli aggiornamenti sono relativi al mese di maggio.

Sul fronte societario, a polarizzare l’attenzione degli operatori potrebbe essere il comparto dell’auto in occasione delle pubblicazione delle vendite mensili. Le attese degli analisti sono per un calo del 13% per General Motors ([[GM]]) e del 7-9% per Ford Motor ([[F]]). Atteso invece un rialzo del 7% per DaimlerChrysler ([[DCX]]).

Il primo milione (di euro) e’ sempre il piu’ difficile. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Tra le operazioni di fusioni/acquisizioni, in evidenza la proposta del colosso alimentare Kraft ([[KFT]]), spin-off di Altria ([[MO]]), per il business globale di biscotti del Gruppo Danone ([[DA]]) per un controvalore di $7.2 miliardi che potrebbe essere pagato interamente con debito.

Pressioni di vendita potrebbero continuare a colpire la catena retail specializzata nel noleggio di film in DVD, Movie Gallery ([[MOVI]]), a causa della difficle condizione finanziaria creatasi con il mancato rispetto dei termini stabiliti con i creditori. La societa’ sta prendendo in considerazione la vendita del gruppo stesso. Il titolo e’ crollato di oltre il 60% nell’after hour di ieri.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico, il greggio continua a trattare ad un soffio dai $71 al barile. Nelle prime battute i futures con consegna agosto segnano una flessione di 28 centesimi a $70.81 al barile. Sul valutario, l’euro e’ in lieve flessione nei confronti del dollaro: il cambio tra le due valute e’ a quota 1.3617. In leggero calo l’oro. I futures con consegna agosto vengono scambiati a $658.10 all’oncia, in ribasso di $1.10. In frazionale ribasso anche i Titoli di Stato Usa. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 5.004%.