WALL STREET: CALA ENTUSIASMO PER PIL RIVISTO

29 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Dow a testa alta ma in frenata mezz’ora dopo l’inizio degli scambi a New York. Il Nasdaq passa in territorio negativo. Gli investitori si lasciano alle spalle l’entusiasmo per la revisione del PIL superiore alle attese.

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE in prima pagina

A soffiare una ventata di ottimismo alla linea di partenza e’ stato il prodotto interno lordo degli Stati Uniti, rivisto in crescita dello 0,2% su base annua nel secondo trimestre.

Nonostante sia il tasso di crescita piu’ basso degli ultimi otto anni, e inizialmente fosse stata comunicata una crescita dello 0,7% su base annua, il dato si e’ rivelato superiore alle attese.

Un sondaggio condotto dalla rete televisiva CNBC insieme all’agenzia di stampa Dow Jones rivela che gli economisti a Wall Street si attendevano una revisione che avrebbe portato il dato ad una crescita su base annua dello 0%.

Nonostante quindi il PIL sia stato rivisto al ribasso, il dato si mantiene ancora in territorio positivo indicando che l’economia americana rimane in crescita, seppur ad un tasso estremamente ridotto.

“Non e’ esclusa un’inversione di tendenza sul mercato rispetto alle recenti flessioni”, ha affermato David Rolfe, chief investment officer di Wedgewood Partners Inc, aggiungendo che l’economia si stabilizzera’ entro la fine dell’anno grazie al calo delle scorte di magazzino e ai tagli ai tassi di interesse, che spingono la spesa.

“Il dato e’ stato accolto con entusiasmo dal mercato – ha dichiarato Al Goldman, chief market strategist di A.G. Edwards & Co. – ora gli investitori dovranno riconsiderare le previsioni che l’economia e’ alla soglia della recessione”, ha concluso Goldman.

Piu’ cauto Ken Tyszko, di Oberweis Asset Management Inc, secondo il quale “il mercato potrebbe riprendersi un po’, anche se nel breve termine questa potrebbe essere solo una reazione positiva a un buon dato economico”.

“Gli investitori si dimenticheranno dei numeri, e bisogna considerare che i prezzi delle azioni sono correlati ai bilanci aziendali. Se questi non si riveleranno positivi, gli investitori non compreranno i titoli”.

Lo strategist di CIBC World Market, Subodh Kumar, sostiene che un nuovo ciclo di positivi utili societari trainera’ il mercato azionario.

“La politica di tagli ai tassi di interesse della Fed, le riduzioni fiscali, e la resistenza dei mercati chiave come quelli edilizio e automobilistico sono fattori essenziali per l’attivita’ dei consumatori, come pure i ridotti prezzi energetici”, ha dichiarato Kumar.

VEDI QUALI SONO I TITOLI DI RILIEVO CHE STANNO MUOVENDO I MERCATI:


WALL STREET: I TITOLI CHE MUOVONO IL MERCATO