WALL STREET: BUONA LA REAZIONE AL RECENTE SELL-OFF

25 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street procede al rialzo a meta’ seduta sostenuta dal calo del greggio e dal nuovo ritracciamento dei rendimenti sui bond che hanno fatto passare in secondo piano il deludente dato giunto dal comparto immobiliare. Il Dow Jones guadagna lo 0.95% a 13486, l’S&P500 lo 0.78% a 1514, il Nasdaq avanza dello 0.65% a 2605.

Le prospettive sui tassi a livello globale e le difficolta’ del comparto finanziario e dell’industria del credito in generale (con il collasso di due hedge funds gestiti da Bear Stearns) hanno originato nell’ultimo periodo un’ondata di vendite che aveva costretto i listini a registrare la peggiore performance settimanale da febbraio.

Oggi, il calo dei prezzi energetici, con il greggio sceso al di sotto della soglia dei $68 al barile in seguito alla conclusione dello sciopero indetto dai sindacati nigeriani, e l’abbassamento dei rendimenti sui Titoli di Stato stanno offrendo agli operatori due validi motivi per tornare a puntare sul comparto azionario. Al momento lo yield sul Treasury a 10 anni e’ pari al 5.107%.

L’unico dato macroeconomico in calendario non ha fatto altro che confermare la difficile situazione del comparto immobiliare. La compravendita di case esistenti e’ risultata in calo dello 0.3% a maggio, a 5.99 milioni, leggermente in ribasso rispetto alle attese; l’invenduto e’ schizzato ai massimi di 15 anni mentre il prezzo medio delle case e’ risultato in calo per il decimo mese di fila.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Sul fronte societario, avvio di settimana insolito in riferimento alle operazioni di mergers & acquisitions, un fattore costante del lunedi’ mattina. In evidenza solo le trattative tra News Corp ([[NWC]]) e il gruppo editoriale Dow Jones ([[DJ]]), peraltro in atto da mesi ormai. Stando agli ultimi sviluppi, le due societa’ sarebbero molto vicine ad un accordo che garantirebbe l’indipendenza del quotidiano finanziario “The Wall Street Journal”, nel caso in cui l’azienda di Murdoch acquistasse il gruppo media.

Nel comparto auto, in buon rialzo il colosso General Motors ([[GM]]), spinto dall’upgrade a Buy di Goldman Sachs.

Tra le societa’ dell’S&P500 che hanno diffuso i risultati trimestrali nel pre-apertura di Wall Street, si e’ distinta in positivo la catena di negozi Walgreen ([[WAG]]), con un EPS di tre centesimi migliore del consensus.

A livello settoriale le migliori performance sono segnate dai comparti: Footwear +3.5%, Advertising +2.9%, Trucking +2.5%, Household Appliances +1.8%, e Autos +1.8%. In maggiore ribasso: Oil & Gas Equipment -2.2%, Oil & Gas Drilling -1.9%, Oil & Gas Exploration -1.7%, Coal & Consumable Fuels -1.7%, e Construction & Engineering -1.5%.

Alle 12.30 E.T. il volume di scambio e’ di 605 milioni di pezzi al NYSE e 801 milioni al Nasdaq. I titoli in rialzo contro quelli in ribasso sono 1757 a 1351 al Nyse e 1575 a 1320 al Nasdaq. I nuovi massimi contro i nuovi minimi delle ultime 52 settimane sono: 32 a 13 al NYSE e 38 a 27 al Nasdaq.