WALL STREET BRINDA
AL RITORNO DEL SEGNO PIU’

25 Settembre 2002, di Redazione Wall Street Italia

Chiusura in forte rialzo per i mercati Usa, con il Nasdaq che incamera un progresso superiore al 3% e il Dow Jones in crescita di oltre 150 punti. Sugli indici americani torna cosi’ il segno piu’, all’indomani di una seduta che aveva portato il listino delle blue chip e il tabellone elettronico a testare rispettivamente i minimi degli ultimi 4 e 6 anni.

Il Nasdaq ha chiuso a 1.222,29 (+3,39%)
Il Dow Jones a 7.841,82 (+2,07%)
L’S&P 500 a 839,66 (+2,49%)
.

Attenzione ai facili entusiasmi pero’, perche’ a scatenare l’ondata rialzista sono stati soprattutto fattori di carattere tecnico: i prezzi da saldo di molte azioni hanno portato gli investitori nella fase iniziale ad acquistare i titoli maggiormente bastonati nelle ultime sedute. Ma da un certo punto in poi sono scattate le ricoperture degli investitori short che hanno dovuto riacquistare precipitosamente. Cio’ la dice lunga sulla difficolta’ di giocare al ribasso.

Protagonisti della giornata sono stati soprattutto i semiconduttori (SOX ). L’indice di riferimento, il Philadelphia Semiconductor Index , e’ arrivato a guadagnare, durante il corso delle contrattazioni, piu’ del 7%.

Seduta euforica anche per il Dow Jones, soprattutto grazie alla perfermance di alcune blu chip, tra cui General Electric. Da segnalare che il listino, dopo un iniziale nervosismo, ha imboccato con decisione il trend rialzista, tant’e’ che, due ore prima della fine delle contrattazioni, sull’indice e’ scattato il blocco degli ordini automatici di acquisto , una misura per evitare gli eccessi di rialzo. Da sottolineare, visti gli ultimi continui scivoloni, come l’ordine dei blocchi automatici di acquisto non si presentava sui mercati da diverse settimane.

TEMI DELLA GIORNATA

Gli investitori hanno guardato con favore alle dichiarazioni rilasciate dai vertici societari di molti gruppi. In primo piano, le rassicurazioni sugli utili del terzo trimestre della conglomerata General Electric (GE – Nyse).

L’ottimismo sull’high tech e’ stato alimentato, oltre che dai prezzi stracciati di molte azioni, dalle notizie confortanti relative agli utili di RF Micro Device (RFMD – Nasdaq) e di ASML Holdings (ASML – Nasdaq). Ha confermato poi le stime sugli utili anche il gruppo software Veritas (VRTS – Nasdaq).

Sul fronte macroeconomico, la seduta e’ stata caratterizzata dalla comunicazione deludente del dato relativo alla vendita di case esistenti del mese di agosto. Il disappunto degli investitori e’ durato tuttavia il tempo di un attimo. Molti economisti hanno inoltre ribadito che il mercato immobiliare continua a rivelarsi molto solido, nonostante il calo del dato.

A riportare la vena di ottimismo sui mercati e’ stato anche il rafforzamento del dollaro rispetto all’euro.

Ma neanche nella giornata di oggi e’ mancato l’ennesimo warning. L’allarme e’ stato lanciato dalla societa’ Cendant (CD – Nyse) relativamente agli utili del terzo trimestre fiscale.

Sul fronte internazionale, da segnalare il primo giorno di calo del prezzo del petrolio dopo una serie di rialzi.

TITOLI E SETTORI IN MOVIMENTO

BIOTECH (BTK). BENE
Il settore ha registrato una buona performance accogliendo con favore l’approvazione da parte della Food and Drug Administration del farmaco per il trattamento del cancro Iressa, prodotto da AstraZeneca (AZN – Nyse). In rialzo Imclone (IMCL – Nasdaq).

SEMICONDUTTORI (SOX). IN FORTE CRESCITA
I chip si sono confermati protagonisti della seduta, con l’indice di riferimento Philadelphia Semiconductor Index in crescita piu’ del 7%. Il comparto si e’ allineato al balzo di RF Micro Device (RFMD – Nasdaq) e di ASML Holdings (ASML – Nasdaq). In forte guadagno anche
Nvidia (NVDA – Nasdaq) che, secondo indiscrezioni stampa, collaborerà con Microsoft (MSFT – Nasdaq) nello sviluppo della nuova versione di Xbox. In buon rialzo anche Intel (INTC – Nasdaq) e Broadcom (BRCM – Nasdaq). Ad alimentare gli acquisti dei chip nella seconda meta’ delle contrattazioni sono state poi alcune voci di mercato. Secondo le ultime indiscrezioni, la banca d’affari SoundView Technology sarebbe prossima ad emettere una nota positiva sulla consegna delle schede madri.

HARDWARE (GHA). IN PROGRESSO
Dopo i ribassi di ieri, il settore si e’ posizionato in territorio positivo. Bene IBM (IBM – Nyse), che ieri era sceso per la prima volta in quattro anni sotto la soglia psicologica dei $60. In recupero anche Hewlett Packard
(HPQ – Nyse), che secondo le banche d’affari accuserebbe tuttavia la competizione sul mercato di stampanti e toner. In crescita Dell (DELL – Nasdaq) e Apple (AAPL – Nasdaq).

SOFTWARE (GSO). BENE
Il comparto e’ stato sostenuto dalle buone notizie relative a Veritas (VRTS – Nasdaq). Ha portato conforto anche l’ottimismo sul colosso di Bill Gates Microsoft (MSFT – Nasdaq). A frenare gli acquisti, tuttavia, e’ stata la sforbiciata sugli utili di Siebel Systems
(SEBL – Nasdaq) da parte di Goldman Sachs.

NETWORKING (NWX). IN RIPRESA
Dopo aver ceduto pesantemente per diversi giorni, il settore ha registrato una buona performance, snobbando la nota negativa di Wachovia sul colosso delle infrastrutture Cisco Systems
(CSCO – Nasdaq). In rialzo Juniper (JNPR – Nasdaq) e Lucent (LU – Nasdaq).

AUTO (DJ_ATO). IN CRESCITA .

In rialzo il colosso automobilistico Ford Motor (F – Nyse), che ha dichiarato che aumentera’ la produzione di veicoli negli Stati Uniti sulla scia delle vendite piu’ forti del previsto. Bene anche la rivale General Motors (GM – Nyse). A inondare il comparto di acquisti e’ stata anche Daymler Crysler (DCX – Nyse), dopo le dichiarazioni confortanti dei vertici societari, che prevedono profitti per il quarto trimestre.

ENERGIA (XNG). SU .
.
Il settore ha beneficiato della nota della banca d’affari Prudential, che ha aumentato le stime sugli utili relativi al 2002 e al 2003 di alcune societa’ del settore.

TABACCO (TOB). MALE.
.
Il settore e’ stato bacchetttato per la seconda volta in una settimana dalla banca d’affari Morgan Stanley, che ha deciso di tagliare le stime sugli utili relativi al 2002 e al 2003 di alcune societa’, tra cui la blue chip Philip Morris (MO – Nyse).

PETROLIFERI (XOI). IN RIALZO .
.
Il settore ha guadagnato sulla scia della nota di Prudential, negativa per alcuni gruppi, come BP Amoco (BP – Nyse) e Exxon Mobil (XOM – Nyse), positiva per altri, ChevronTexaco (CVX – Nyse).

INTERNET (GIN). IN PROGRESSO
All’inizio delle contrattazioni il comparto ha assistito al braccio di ferro tra rialzisti e ribassisti, complici le perdite di AOL Time Warner (AOL – Nyse). Il mercato non sembra infatti apprezzare l’operazione che America Online realizzera’ insieme a Verizon Wireless, la divisione di telefonia mobile del gruppo Verizon (VZ – Nyse). In guadagno, invece, il titolo del portale internet Yahoo! (YHOO – Nasdaq).

FARMACEUTICI (DRG). IN PROGRESSO
Il settore ha assistito al balzo di Pfizer (PFE – Nyse), in salita dopo la nota positiva di CSFB . In crescita anche Merck (MRK – Nasdaq).

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER.