Società

WALL STREET:
PAGA O NO ESSERE CONTRARIAN?

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

*Todd Salamone scrive per Schaefferresearch.com. Il contenuto di questo articolo esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) – Il Global fund manager survey mensile di Merrill Lynch riporta un livello senza precedenti di scetticismo in merito alle aspettative per l’economia globale, e uno degli strategist più bullish di Wall Street ha appena rivisto la sua allocazione in borsa. Questo mese, il 60% degli interpellati dal sondaggio ritiene che l’economia mondiale si indebolirà nei prossimi dodici mesi, il dato peggiore mai registrato, in sensibile calo rispetto a tre mesi addietro, quando solo il 5% era di questo avviso. Inoltre, il 44% degli intervistati si aspetta che gli utili aziendali si deterioreranno da qui ad un anno: secondo Merrill Lynch, si tratta della peggiore lettura dall’inizio del 2001″ (The Wall Street Journal, “The Winds of Change,” July 19, 2006).

Con INSIDER puoi guadagnare in un mese piu’ del tuo stipendio di un anno. Clicca sul
link INSIDER

Le aspettative sull’economia hanno conosciuto un visibile spostamento rispetto allo scorso anno o anche rispetto all’inizio del 2006. Nel 2005 gli economisti ritenevano che un appiattimento della curva dei rendimenti e i prezzi del petrolio in aumento non avrebbero impattato sull’economia. E alla fine, hanno avuto ragione. Ma cosa ha fatto il mercato per mostrarlo? Il Dow Jones ha chiuso l’anno in negativo, e lo S&P500 ha realizzato una performance di gran lunga inferiore rispetto alla media storica. Ci si potrebbe chiedere il perché: e io risponderei che dipende dalle elevate aspettative e dai dati macro che poco hanno potuto per sorprendere gli investitori. L’economia nel 2005 e nella prima parte di quest’anno ha fatto ciò che si aspettava la massa: nessuna sorpresa, per cui i ritorni sono stati deludenti lo scorso anno e nella prima metà di quest’anno.

Tuttavia, nelle ultime settimane c’è stato un mutamento del sentiment relativamente alle aspettative macroeconomiche. Osservo un percepibile scetticismo in merito alle prospettive economiche rilevate dagli analisti citati dai mezzi di stampa, e ciò si è riflesso nel sondaggio di Merrill Lynch summenzionato. E’ possibile che questi cupi presagi si realizzino? Certamente. Ma è ciò necessariamente negativo per la borsa? Non è detto. Le azioni si sono comportate mediocremente nel 2005 e nella prima parte del 2006, nonostante dati economici esaltanti ed aspettative elevate; non è improbabile che le azioni ora salgano a fronte di basse aspettative e dati macro deludenti, perlomeno fino a quando gli stessi saranno superiori rispetto alle previsioni.

Copyright © Smarttrading per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved