WALL STREET:
COMMENTO INTRADAY

21 Settembre 2004, di Redazione Wall Street Italia

*Marco Bonelli, Managing Director di Raymond James, e’ molto conosciuto tra gli investitori istituzionali e i trader italiani. I suoi commenti quotidiani di meta’ seduta sull’andamento della Borsa Usa (comprese le indicazioni di trading operativo e le posizioni rialziste) non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.

_______________________________________

Dopo due giorni consecutivi di forte rialzo, l’indice dei semiconduttori si trova ancora in denaro dello 0.5%. E’ molto importante la forza relativa che sta mostrando tale settore dopo che molti titoli avevano perso dal 30% al 50%. Ci sorprende positivamente che non ci sia alcuna rotazione a sfavore dei semiconduttori, cio’ ci rende particolarmente ottimisti data l’enorme importanza che noi attribuiamo alla funzione di traino di questo settore rispetto al resto del mercato.

Il mercato e’ dunque entrato nella terza settimana consecutiva di azione laterale (“back & filling”), rimanendo al di sotto del livello di 10365, corrispondente alla linea di downtrend che si e’ cominciata a formare a febbraio.
Il mercato rimane in attesa della decisione sul rialzo dei tassi, che dovrebbe essere di .025 punti basi, ma soprattutto del commento ufficiale da parte del Governatore Greenspan.

I prossimi livelli di resistenza del mercato si trovano a 10255/10265 per il Dow, 1126/1127 per l’S&P500 e 1919/1921 per il Nasdaq. I livelli di supporto equivalgono invece a 10187/10179 per il Dow, 1120 per l’S&P500 e 1897/1895 per il Nasdaq.