WALL STREET: BLUE CHIP TARTASSATE DALLE VENDITE

2 Ottobre 2002, di Redazione Wall Street Italia

Continua la performance al ribasso dei mercati Usa, in una seduta caratterizzata dall’ assenza di dati macroeconomici interessanti. A deprimere gli indici sono ancora una volta le notizie negative provenienti dal fronte societario, che vedono oggi in primo piano il “profit warning” lanciato dal colosso chimico Dow Chemical (DOW – Nyse). L’allarme ha avuto immediatamente un effetto a catena sugli altri titoli del comparto chimico. Occhi puntati sui ribassi della blue chip del Dow Jones DuPont (DD – Nyse).

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

Non si ferma il ribasso dei titoli del Dow Jones che riprendono a cedere terreno dopo la breve parentesi di ieri, in cui il forte recupero dei mercati aveva lasciato sperare in un inizio piu’ confortante delle contrattazioni del quarto trimestre.

Sul Nasdaq si mettono in luce i cali dei titoli wireless (YLS ) e dei networking (NWX ). Questi ultimi accusano la decisione di UBS Warburg di tagliare le stime sugli utili del colosso infrastrutture Internet Cisco (CSCO – Nasdaq).

Bacchettati anche i titoli del settore infrastrutture chip , che hanno dovuto fare i conti con la decisione di Merrill Lynch di tagliare le stime relative alla crescita di societa’ del calibro di Applied Material (AMAT – Nasdaq) e di Kla-Tencor (KLAC – Nasdaq). Tra i semiconduttori, da segnalare anche STMicroelectronics (STM – Nyse), il cui target price e’ stato abbassato da Lehman Brothers .

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER.