Wall Street batte in ritirata

31 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Giornata no per Wall Street, che annulla il vantaggio archiviato alla fine della scorsa ottava, scontando le preoccupazioni sullo stato dell’economia a stelle e strisce. La tensione si è fatta sentire sui mercati americani all’inizio di una settimana importantissima sotto questo profilo. Fra gli eventi clou della settimana vi sono le Minutes del FOMC ed il dato sull’occupazione, in agenda per venerdì. Il clima di incertezza che ha caratterizzato gli scambi sulle piazze finanziarie mondiali ha avvantaggiato il biglietto verde, grazie alla sua natura di bene rifugio, schiacciando l’euro sugli 1,266 USD. IL mercato non è riuscito neanche a trarre vantaggio dalle ultime novità in tema di M&A, che hanno coinvolto Genzyme nel settore farmaceutico ed Intel, che ha acquisito la divisione wireless di Infineon. L’indice Nasdaq ha terminato le contrattazioni in ribasso dell’1,56% a 2119,97 punti, mentre lo S&P 500 cede l’1,47% a 1048,92 punti. Male anche il Dow Jones che lascia sul parterre l’1,39% a 10009,73 punti.