WALL STREET: AVVIO PIATTO, OPERATORI ANCORA CAUTI

30 Novembre 2005, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta piatto per i mercati americani nonostante il dato positivo relativo al Prodotto Interno Lordo del terzo trimestre. Il Dow Jones e’ in rialzo dello 0.02% a 10888, l’S&P500 cede lo 0.07% a 1256, il Nasdaq e’ invariatp a 2232. Un supporto ai listini potrebbe essere offerto dal calo del greggio, poco sopra i $56 al barile.

La seconda lettura del Prodotto Interno Lordo (dato rivisto) ha confermato una crescita dell’economia Usa del 4.3%, dalla precedente stima di +3.8%. Il consensus del mercato era per una crescita piu’ contenuta pari al 4.0%. A contribuire all’aumento dell’indicatore sono stati principalmente la componente della spesa per i beni non durevoli e l’aumento degli investimenti nel settore immobiliare.

Buone notizie sono anche giunte dal dato relativo al Chicago PMI. Il dato e’ sceso a quota 61.7 dai precedenti 62.9 punti registrati ad ottobre, ma si e’ rivelato mogliore delle attese degli ecopnomisti che avevano pronosticato un calo a 60 punti. Ricordiamo che un valore superiore ai 50 punti indica un’espansione dell’attivita’ manifatturiera.

Intanto il petrolio e’ in leggero ribasso, in attesa del dato settimanale sulle scorte che verra’ rilasciato alle 16:30 ora italiana. Dopo diverse settimane di rialzi, le attese degli economisti sono per un calo delle riserve. Al momento il contratto futures con scadenza gennaio cede 15 centesimi a quota $56.35 al barile. Ricordiamo che nella seduta di martedi’ il greggio ha chiuso ai minimi di cinque mesi e mezzo.

Sul fronte societario, particolare attenzione sara’ riposta sul colosso dell’auto, Ford, dopo che il gruppo ha annunciato una serie di iniziative di ristrutturazione che potrebbero portare alla riduzione del 7% sulla produzione dei veicoli di lusso Jaguar. Il titolo e’ in calo dello 0.94%.

Sotto i riflettori anche il titolo Internet Yahoo!, sotto pressione in seguito al downgrade emesso dalla banca d’affari UBS, a causa di incognite sulle strategie adottate dal gruppo e di considerazioni sulla valutazione del titolo. Al momento YHOO perde l’1.50%.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 10 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati sono in ribasso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.49% contro il 4.48% di martedi’. L’oro cede $4.20 a $499.30 all’oncia e l’euro viene scambiato a quota 1.1772 contro il dollaro.