WALL STREET: AVVIO NEGATIVO PER I LISTINI USA

9 Dicembre 2004, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta debole per i mercati americani, sotto pressione per le cattive notizie dal settore tecnologico e per l’aumento dei prezzi petroliferi. Il Dow Jones perde lo 0.24% a 10468, l’S&P500 lo 0.35% a 1179 e il Nasdaq lo 0.86% a 2108.

Le perdite colpiscono in particolare i titoli tecnologici. A scatenare le vendite sono stati i warning di alcune societa’ di chip. Altera, Xilinx e Cymer hanno tagliato le previsioni sulle vendite trimestrali. I titoli sono in netto ribasso.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 12 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Ulteriori pressioni sui mercati americani le esercita il petrolio, in aumento per la seconda giornata consecutiva. Il future con scadenza gennaio guadagna 54 centesimi a $42.48 al barile. L’attenzione degli operatori e’ concentrata sull’esito della riunione dell’Opec. Il cartello petrolifero terra’ un meeting venerdi’ al Cairo, in Egitto, per discutere sulle quote di produzione.

A peggiorare il clima sono poi intervenuti i dati peggiori delle attese sui sussidi di disoccupazione. La settimana scorsa hanno registrato un incremento di 8.000 unita’ a 357.000. Le stime erano per un calo a quota 335.000.

Sugli altri mercati, sono in lieve ribasso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.14% contro il 4.13% della chiusura di mercoledi’. L’oro guadagna $0.7 a $439.4 all’oncia e il dollaro, ancora in recupero, viene scambiato a 1.3298.