WALL STREET: AVVIO INCERTO DOPO FORTI FLESSIONI

25 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Avvio incerto a Wall Street dopo le pesanti ondate di vendite registrate nella seduta di martedi’. Il mercato attende il dato sulla vendita di case esistenti.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

Nel corso della seduta odierna gli investitori valuteranno i nuovi bilanci aziendali pubblicati martedi’ dopo la chiusura dei mercati e questa mattina.

Restituisce un po’ di fiducia al mercato PeopleSoft (PSFT – Nasdaq), societa’ del settore software, che ha riportato nella serata di martedi’ un utile netto di $47,4 milioni, pari a 15 centesimi per azione, in deciso rialzo rispetto ai $15,9 milioni, o 6 centesimi per azione, avuti nello stesso periodo del 2000.

“Ogni buona notizia da’ una spinta al mercato”, ha dichiarato Mark Beale di New Star Asset Management.

Beale ha tuttavia aggiunto di non credere che “si assistera’ a una vera tendenza al rialzo fino all’inizio del prossimo anno”.

QLogic (QLGC – Nasdaq), societa’ che progetta semiconduttori, dopo aver pubblicato la trimestrale nella serata di martedi’, ha ribassato le stime su utili e vendite per il trimeste in corso.

Ha pubblicato la trimestrale Agere Systems Inc. (AGRa – Nyse), societa’ di infrastrutture per le fibre ottiche nata da una costola di Lucent Technologies (LU – Nyse), che ha chiuso il secondo trimestre dell’anno, il suo terzo fiscale, con una perdita netta di $1,11 miliardi, pari a 68 centesimi per azione, contro un calo netto di $365 milioni, o 35 centesimi per azione, avuto nello stesso periodo del 2000.

Sconfortanti gli utili di Xerox Corp. (XRX – Nyse), societa’ leader nel settore delle stampanti e fotocopiatrici, e DuPont (DD – Nyse), una delle trenta blue chip del Dow Jones.

Sul fronte delle fusioni, secondo quanto riporta il Wall Street Journal, il colosso telefonico AT&T Corp. (T – Nyse) e il gigante media AOL Time Warner (AOL – Nyse) sono in trattative preliminari per la fusione delle loro attivita’ nella TV via cavo.

L’operazione prevede che AT&T scorpori la sua divisione broadband e simultaneamente la fondi con Time Warner Cable, il segmento di TV via cavo si AOL Time Warner.

I colloqui appaiono comunque essere ancora ad uno stadio iniziale e nessuna proposta formale e’ ancora stata messa sul tavolo delle trattative.

La notizia segue di due settimane l’offerta di circa $40 miliardi giunta da Comcast (CMCSK – Nasdaq) per la divisione broadband di AT&T.

Sul fronte macroeconomico, alle 16 (le 10 ora di New York) e’ atteso il dato di giugno relativo alla vendita di case esistenti negli USA.