WALL STREET: AVVIO IN SORDINA PER I LISITINI USA

25 Febbraio 2005, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta fiacco per i listini americani, condizionati dall’assenza di novita’ di rilievo dai dati macroeconomici diffusi in preapertura. Dow Jones, S&P500 e Nasdaq sono pressoche’ invariati, rispettivamente a quota 10755, 1201 e 2051.

I dati rivisti sul Prodotto Interno Lordo mostrano che l’economia Usa nel quarto trimestre e’ cresciuta a un tasso del 3.8%. Il miglioramento, rispetto al 3.1% della versione preliminare, e’ leggermente migliore delle attese del mercato. Il consensus degli analisti era per un incremento del 3.7%.

Tra le singole componenti dell’indicatore e’ da segnalare, pero’, il rallentamento dei consumi. Si tratta di una componente chiave, dal momento che i consumi contano per i due terzi dell’economia americana. La reazione contrastata del mercato si spiega con le diverse interpretazioni degli operatori sugli effetti che i dati odierni avranno sulle decisioni della Fed. La chiave di volta per i mercati Usa restano i tassi d’interesse.

Ancora dal fronte economico, si sono rivelati migliori delle attese i dati dal settore immobiliare. Nel mese di gennaio le vendite di case esistenti sono scese a dello 0.1% a 6.8 milioni. Il consensus era per una cifra di 6.70 milioni di unita’.

Sul fronte societario, MCI ha riportato una perdita nel quarto trimestre. Sull’operatore telecom prosegue la battaglia per il takeover tra Verizon e Qwest. Quest’ultima ha modificato l’offerta di $8 miliardi per l’azienda aggiungendo una maggiore protezione in caso di ribasso del titolo e un piu’ veloce pagamento.

In altre notizie relatizie ad operazioni di fusione, il Wall Street Journal riporta che Federated Department Stores e May Department Stores dovrebbero finalizzare i termini del merger entro i prossimi due giorni. L’operazione dovrebbe avere un valore di $10 miliardi.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 11 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, sono in live ribasso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.29% contro il 4.28% della chiusura di giovedi’. L’oro viene scambiato a $436 all’oncia, il petrolio cede 39 centesimi a 51.00 e l’euro quota a 1.3196 contro il dollaro.