WALL STREET: AVVIO IN CALO, MERCATO VEDE NERO

17 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Avvio in deciso ribasso alla borsa di New York. Clima di forte pessimismo tra gli investitori, i quali non riescono a vedere una ripresa nel breve termine.

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE in prima pagina

La delusione si e’ abbattuta sul mercato gia’ giovedi’ dopo la fine delle contrattazioni, quando, insieme alla pubblicazione dei bilanci aziendali, alcune societa’ hanno fornito una visione scoraggiante sui prossimi mesi.

Tra queste Dell Computer (DELL – Nasdaq), il primo produttore al mondo di personal computer che ha lanciato un allarme utili sul terzo trimestre.
VEDI:


UTILI: DELL INCIAMPA SU ‘PROFIT WARNING’

Giovedi’ ha pubblicato risultati superiori alle attese Hewlett Packard (HP – Nyse), tuttavia l’amministratore delegato del gruppo, Carly Fiorina, ha dichiarato di non prevedere alcun miglioramento nel mercato prima del 2002.

“I bilanci aziendali sono ancora molto brutti”, ha dichiarato Allan Meyers, chief equity officer di Fifth Third Investment Advisors in Grand Rapids.

“Per sei mesi ho continuato ad affermare che il mercato avrebbe recuperato in agosto, e fino a due settimane fa ci credevo ancora”, ha concluso amaramente Meyers.

Il colosso automobilistico Ford Motor (F – Nyse) ha annunciato il prossimo taglio di 5.000 posti di lavoro, pari al 10% del totale, e ha fatto sapere che non riuscira’ a raggiungere gli obiettivi di bilancio per il 2001.
VEDI:


AUTO: FORD TAGLIA 5.000 POSTI E LANCIA ‘WARNING’

Sul fronte macroeconomico, il deficit della bilancia commerciale degli Stati Uniti e’ salito in giugno a quota $29,4 miliardi; lo ha comunicato questa mattina il dipartimento del Commercio USA.

Si tratta di un rialzo del 3,3% rispetto a maggio, quando il dato si era attestato a quota $28,3 miliardi.

Un sondaggio condotto dal canale televisivo CNBC insieme all’agenzia di stampa Dow Jones mostra che gli economisti intervistati si attendevano per giugno un deficit a $29,5 miliardi.
VEDI:


USA: DEFICIT COMMERCIALE SALE IN GIUGNO