WALL STREET: AVVIO DI SETTIMANA EUFORICO

12 Maggio 2003, di Redazione Wall Street Italia

A Wall Street la settimana e’ iniziata all’insegna dell’ottimismo. Dopo un’apertura incerta, gli indici azionari hanno imboccato con decisione la via del rialzo, sospinti ancora una volta dalla rinnovata fiducia sui titoli tecnologici.

Con un guadagno dell’1,40%, il Nasdaq
si e’ portato a un nuovo massimo di 11 mesi, raggiungendo quota 1541,40 punti. Il Dow Jones e’ avanzato dell’1,42%, chiudendo a quota 8.726,73, il livello piu’ elevato dal 14 gennaio. Per l’S&P500 (945,11) si tratta della chiusura migliore dall’agosto del 2002.

I DATI DI CHIUSURA














































































































































































































INDICI DI BORSA Ticker Valore Variaz %
Max 12
mesi
Min 12
mesi
Dif.(%) da max 12
mesi
Dif.(%) da min 12
mesi
DJIA DJIA 8726.73 1.42 10353.43 7197.49 -15.71% 21.25%
S&P 500 SPX 945.11 1.25 1106.59 768.63 -14.59% 22.96%
Nasdaq IXIC 1541.40 1.39 1759.3 1108.5 -12.39% 39.05%
Nasdaq 100 NDX 1160.42 1.48 1350.54 795.25 -14.08% 45.92%
INDICI DI SETTORE
(a)
Ticker Valore Variaz %
Max 12
mesi
Min 12
mesi
Dif.(%) da max 12
mesi
Dif.(%) da min 12
mesi
Networking NWX 183.89 3.45 224.3 79.3 -18.02% 131.89%
Hardware GHA 202.43 3.25 230 110.5 -11.99% 83.19%
Biotech BTK 393.91 3.18 435.7 275.1 -9.59% 43.19%
Internet ECM 60.32 2.48 60.89 29.2 -0.94% 106.58%
Retail RLX 314.56 2.28 345.6 243.8 -8.98% 29.02%
Semiconduttori SOX 358.54 2.24 558.9 209.4 -35.85% 71.22%
Oro-Argento XAU 71.73 1.47 89.11 54.67 -19.50% 31.21%
Assicurazione DJ_INS 308.98 1.21 362.04 248.17 -14.66% 24.50%
Farmaceutico DRG 325.95 1.13 351.1 237.7 -7.16% 37.13%
Finananziario DJ_FIN 157.30 0.98 185.17 127.71 -15.05% 23.17%
Gas Naturale XNG 181.46 0.92 184.12 105.53 -1.44% 71.95%
Software GSO 117.36 0.82 136.99 77.63 -14.33% 51.18%
Energia DJ_ENE 192.51 0.72 223.55 164.1 -13.89% 17.31%
Petrolifero OIX 260.43 0.59 330.96 232.66 -21.31% 11.94%
Difesa DFX 155.16 0.58 205.94 125.9 -24.66% 23.24%
Utility UTY 264.62 0.32 346.18 202.82 -23.56% 30.47%




















































































DATI
SUI MERCATI (b)
volume Nyse (*) 1368.26 VOLATILITA’/OPZIONI Valore
volume Nasdaq (*) 1774.51 Vix 21.42
volume Nasdaq 100
(*)
1209.70 Vxn 32.58
volume DJIA (*) 224.86 Index put-call ratio 1.13
titoli Nyse in
rialzo
2272 Equity put-call
ratio
0.60
titoli Nyse in
ribasso
990 TREASURIES yield
titoli Nyse
invariati
166 scadenza a 5 anni 2.58%
titoli ai massimi-Nyse
(c)
273 scadenza a 10 anni 3.64%
titoli ai minimi-Nyse
(c)
5 scadenza a 30 anni 4.65%
titoli Nasdaq in rialzo
2004 PETROLIO prezzo/barile
titoli Nasdaq in
ribasso
1163 Future Crude $27.35
titoli Nasdaq
invariati
240 VALUTE cambio
titoli ai massimi-Nasd
(c)
202 Cambio Euro/Dollaro 1.156
titoli ai minimi-Nasd
(c)
4 Cambio Dollaro/Yen 116.90

Elaborazione dati a cura dell’Ufficio Studi di
WallStreetItalia


LEGENDA:
(a) gli indici di settore sono ordinati in
base alla performance giornaliera
(b) le quotazioni sono rilevate al momento
della chiusura dei mercati di riferimento
(16:00 – 22:00 ora
italiana)
(*) milioni di pezzi scambiati
(c) il valore si riferisce al
numero di titoli scambiati sul Nyse e sul Nasdaq
che hanno raggiunto i
nuovi massimi e minimi degli ultimi 12 mesi nella seduta odierna

IL COMMENTO DELLA SEDUTA

Gli ordini di acquisto sul comparto hi-tech si sono scatenati in seguito alla nota positiva di Lehman Brothers su Cisco Systems (CSCO – Nasdaq), che ha messo a segno un balzo superiore al 4%. Ma il buonumore del mercato non si e’ limitato alla “new-economy”, coinvolgendo anche i titoli di altre industrie: quasi tutti gli indici settoriali hanno registrato un incremento, un avvenimento che non accadeva da molto tempo.

I mercati azionari continuano quindi a snobbare sia le difficolta’ del dollaro, che nella notte ha sfondato quota 1,16 nei confronti dell’euro, sia la forza dei Treasury (TNX), con lo yield sul 10 anni passato dal 3,69% della chiusura di venerdi’ scorso al 3,63% di oggi.

Tra gli operatori, a questo punto, sembra essersi accresciuto l’ottimismo sulle prospettive dei listini. In particolare, gli esperti di UBS Warburg ritengono che i titoli hi-tech siano ben posizionati per un “rally da supernova”, che permettera’ al Nasdaq di toccare i 2.000 punti.

Alcuni osservatori segnalano i buoni dati economici regionali comunicati in mattinata, che avrebbero riportato l’ottimismo sul comparto manifatturiero dopo le recenti delusioni.

Ma contemporaneamente si levano numerose anche le voci di chi invita alla cautela. Merrill Lynch, ad esempio, si e’ ancora una volta definita “bearish” sulle borse americane. Secondo il chief US strategist Richard Bernstein, la stagione degli utili appena trascorsa e’ stata meno rosea di quanto si pensi, e c’e’ il rischio che nella seconda meta’ dell’anno le aziende deludano nettamente le attese.

Da segnalare anche le previsioni sconfortanti degli economisti del Blue Chip Economic Indicators, che continuano a rivedere al ribasso le stime sulla crescita del Pil USA nel 2003 (+2,3% contro il precedente +2,4%).

Ma indicazioni ben piu’ importanti, sia sul fronte macro che su quello societario, arriveranno nei prossimi giorni.

A livello macroeconomico, la settimana si preannuncia decisamente interessante, anche se per i numeri importanti si dovra’ aspettare fino a mercoledi’, quando saranno resi noti i prezzi import-export e le vendite al dettaglio di aprile. Giovedi’ sara’ la volta di PPI e produzione industriale (sempre di aprile), mentre venerdi’ saranno comunicati i prezzi al consumo di aprile e la fiducia Michigan di maggio (preliminare).

Altrettanto degne di rilievo saranno le indicazioni provenienti dal fronte degli utili societari. Sotto la lente i risultati di alcuni colossi del retail, tra cui JC Penney (JCP – Nyse), May Dept (MAY – Nyse), e Wal-Mart (WMT – Nyse), in programma martedi’, Federated (FD – Nyse), mercoledi’, e Target (TGT – Nyse), giovedi’. Per quanto riguarda l’hi-tech, occhio alle trimestrali di Applied Materials (AMAT – Nasdaq), in calendario martedi’, BEA Systems (BEAS – Nasdaq), mercoledi’, e Dell (DELL – Nasdaq), giovedi’.

Per tutti i dettagli sui titoli che hanno movimentatola seduta odierna clicca su TITOLI CALDI, in INSIDER.