WALL STREET: AVVIO DI SEDUTA FIACCO

3 Giugno 2004, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta moderatamente negativo per gli indici americani, in attesa dell’esito ufficiale dell’incontro Opec a Beirut. Il Dow Jones perde lo 0.32% a 10230 e il Nasdaq lo 0.52% a 1978.

E’ attualmente in corso a Beirut la riunione dell’Opec per la discussione della proposta, avanzata dall’Arabia Saudita e appoggiata dal Kuwait, di aumentare le quote di produzione nel tentativo di arrestare il rally del greggio. Il rischio insito nell’incremento del prezzo del petrolio, avvertono gli economisti, e’ quello di un generale rallentamento della ripresa economica a livello mondiale.

Gli undici Paesi membri del cartello avrebbero accettato la proposta saudita, anche se la decisione verra’ ufficializzata nel corso della gionata. Nel frattempo, gli analisti si interrogano sulla effettiva efficacia della manovra, soprattutto dopo la richiesta dell’Iran di procedere in due tempi: un primo aumento di 2 milioni di barili nell’immediato futuro e un secondo di 500 mila barili ad agosto. Al momento il future con scadenza a luglio e’ in rialzo di 41 centesimi a $40.37 al barile.

La giornata si presenta fitta di appuntamenti dal fronte economico. Alle 14.30 ora italiana sono stati pubblicati i dati sui sussidi di disoccupazione e produttivita’ industriale. Nella settimana conclusasi il 29 maggio, la richiesta di assistenza da parte dei senza lavoro e’ scesa di 6.000 unita’ a 339.000, un livello, tuttavia, superiore alle attese di 337.000. L’indicatore sulla produttivita’ industriale Usa e’ stato, inoltre, rivisto al rialzo al 3.8%, contro il 3.5% stimato precedentemente. L’indice ha battuto le previsioni di mercato al 3.6%. Alle 16 ora italiana verranno pubblicati i dati su ordini alle fabbriche, ISM e spese per le costruzioni.

A livello societario, le blue chip del Dow Jones sono in rosso, ad eccezione di McDonald’s. Da segnalare, in particolare, il ribasso di Intel e Home Depot. [Vedi decine di azioni in movimento segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 12 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, utilizza il
link INSIDER]

Sugli altri mercati, il dollaro perde contro l’euro: il cambio tra le due valute a $1.222. In ribasso l’oro, quotato a $391.2 all’oncia. I titoli di Stato perdono terreno con il rendimento del Treasury a 10 anni al 4.75%.