WALL STREET: AVVIO DEBOLE PER I LISTINI AMERICANI

12 Maggio 2005, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta debole per gli indici americani, che faticano a ritrovare la via dei rialzi a causa dei segnali contrastati su economia e utili societari. Il Dow Jones cede lo 0.19% a 10281, l’S&P500 lo 0.20% a 1168 e il Nasdaq e’ invariato (-0.06%) a 1970.

Alla cautela degli operatori contribuisce uin primo luogo l’outlook molto deludente fornito da Wal-Mart. Il n.1 al mondo del settore retail nel primo trimestre ha riportato utili per azione di un centesimo superiori alle attese. Per il secondo trimestre, pero’, la societa’ pronostica EPS di 63-67 centesimi, ben al di sotto delle stime del consensus (70 centesimi). L’azienda ha anche aggiunto che difficilmente riuscira’ a centrare gli obiettivi dell’intero anno.

Le previsioni fiacche di Wal-Mart alimentano ulteriormente le preoccupazioni degli operatori sulla possibilita’ di un prolungamento della fase di rallentamento dei consumi e, quindi, dell’economia Usa. Ricordiamo che negli Stati Uniti i consumi contano per i due terzi del prodotto interno lordo.

In netta controtendenza, pero’, i dati di aprile sulle vendite al dettaglio degli Stati uniti. L’indicatore si e’ rivelato nettamente superiore alle attese degli analisti, registrando un incremento dell’1.4% contro il consensus di +0.7%.

Cifre deludenti per quanto riguarda il mercato del lavoro. Le nuove richieste di sussidi di disoccupazione la settimana scorsa sono salite di 4000 unita’ a quota 340000. Il consensus era per un valore di 325.000.

Intanto continua a perdere terreno il prezzo del petrolio, sceso sotto i $50 al barile, ai minimi di una settimana. Oltre ai dati di mercoledi’ sulle scorte, risultati molto migliori delle previsioni, sul greggio pesano i segnali di rallentamento dell’economia globale. Il prezzo in questo momento e’ in calo di 62 centesimi a quota $49.83.

Tornando alla cronaca societaria, ancora notizie di fusioni e acquisizioni. La blue chip 3M, conosciuta per i prodotti come lo Scotch e i Post-It, ha annunciato l’intenzione di acquisire CUNO per $1.35 miliardi. Non e’ invece intenzionata ad essere acquisita da E*Trade il broker online Ameritrade.

Questa sera, dopo la chiusura delle borse pubblichera’ gli utili il colosso dei PC Dell.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 11 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati sono in calo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.23% contro il 4.21% della chiusura di mercoledi’. L’oro e’ in calo di $2.2 a $425.8 all’oncia e l’euro viene scambiato a 1.2710 contro il dollaro.