WALL STREET: AVVIO DEBOLE, OCCHI PUNTATI SUL PETROLIO

9 Novembre 2005, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta debole per i mercati americani, all’indomani dell’allarme lanciato sul settore immobiliare e delle previsioni per un calo della spesa dei consumatori. Il Dow Jones e’ in ribasso dello 0.45% a 10539, l’S&P500 dello 0.44% a 1217, il Nasdaq segna -0.40% a 2168.

Nella seduta di martedi’, sui mercati sono tornate a prevalere le vendite, innescate da un povero outlook della societa’ di costruzioni di lusso Toll Brothers. Il fatto ha risvegliato i timori di un rallentamento del settore immobiliare e le preoccupazioni circa la salute finanziaria dei consumatori americani.

Per la giornata odierna, gli operatori continueranno a seguire da vicino il comparto societario e, in particolar modo, il settore hi-tech, che appare in netta ripresa dai minimi toccati ad aprile.

Nell’after hour di martedi’, la societa’ cinematografica di film d’animazione, Pixar Animation (il cui azionista di maggioranza e’ Steve Jobs), ha riportato ottimi risultati trimestrali, superiori alle stime degli analisti (l’EPS e’ risultato migliore di ben 11 centesimi rispetto alle attese). Il titolo e’ schizzato di oltre il 10%.

Tra le societa’ che comunicheranno la trimestrale in giornata, particolare attenzione sara’ riposta sul colosso delle infrastrutture network Cisco Systems. Al momento il titolo cede lo 0.62%. Le attese sono per un EPS di 24 centesimi.

Per quanto riguarda i dati in calendario, le scorte di magazzino all’ingrosso sono cresciute in maniera piu’ sostenuta del previsto. Nel mese di settembre il dato ha registrato un aumento dello 0.6% contro lo 0.3% stimato dagli analisti.

Alle 16:30 sara’ la volta del dato settimanale sulle scorte di petrolio: le attese degli analisti sono per un ulteriore aumento. Intanto le quotazioni sui futures con scadenza dicembre segnano un ribasso di 28 centesimi a $59.43 al barile.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 10 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati sono in ribasso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.60% contro il 4.56% della chiusura di martedi’. L’oro avanza di 70 centesimi a $463.00 all’oncia e l’euro viene scambiato a quota 1.1740 contro il dollaro.