Società

WALL STREET: AVVIO CONTRASTATO, CEDE IL PETROLIO

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Gli indici azionari americani hanno aperto la settimana in lieve rialzo, aiutati dal calo del petrolio e dalle notizie di accordi e fusioni societarie. Il Dow Jones guadagna lo 0.13% a 12597, l’S&P500 lo 0.03% a 1438, il Nasdaq e’ in progresso dello 0.01% a 2459.

In giornata non sono attesi dati macroeconomici di rilievo, di conseguenza gli operatori monitoreranno da vicino gli sviluppi nei comparti societario ed energetico. Ad offrire relativo supporto ai listini potrebbe essere il calo del petrolio, sceso sotto la soglia dei $59. A tali livelli, il mercato e’ fiducioso sul fatto che le pressioni inflazionistiche derivanti dai prezzi energetici vengano assorbite com maggiore efficacia.

D’altro canto pero’, con il greggio debole, non dovrebbe sorprendere assistere ad alcune prese di beneficio sulle societa’ attive nell’industria dell’energia. Intanto, nelle prime battute, i futures con consegna marzo segnano un ribasso di 97 centesimi a $58.92. Un intervento del ministro del petrolio dell’Arabia Saudita, secondo cui non e’ necessario un taglio alla produzione da parte dell’OPEC, sta intensificando le vendite sul comparto.

La mancanza di convinzione da parte dei compratori e’ anche dettata dall’attesa per gli interventi di Bernanke, fissati nei giorni di mercoledi’ e giovedi’, e dal rilascio dei dati sulle vendite retail e sui prezzi alla produzione, da cui potrebbero emergere nuove indicazioni sullo stato di salute dell’economia a stelle e strisce.

Sul fronte societario, la societa’ media Tribune ([[TRB]]), sembra stia abbandonando la possibilita’ della vendita del gruppo stesso, per focalizzare i propri fondi e sforzi su un piano di ristrutturazione interna che potrebbe portare ad uno spin-off dell’azienda.

Tra le notizie di M&A tipiche del lunedi’, il gruppo privato Blackstone, potrebbe annunciare l’acquisto di Pinnacle Foods, per un corrispettivo di $1.2 miliardi. Restando nel comparto alimentare, Yum! Brands ([[YUM]]), l’operatore delle catene di ristoranti Taco Bell e Pizza Hut, riportera’ i risultati trimestrali dopo la chiusura delle borse.

Circa le altre news di merger a Wall Street, Vodaphone ([[VOD]]) ha conquistato il pacchetto di maggioranza in Hutchison Essar per $11.1 miliardi mentre Hindalco Industries ha annunciato che rilevera’ lo spinoff di Alcan Novelis ([[NVL]]) per $6 miliardi. D’altro canto (sul fronte negativo) Sanofi-Aventis ([[SNY]]) ha comunicato lo stop ai negoziati per la merger con Bristol-Myers ([[BMY]]) mentre il Nasdaq ([[NDAQ]]) ha fallito ancora nel suo tentativo di acquisire le azioni che ancora non possiede del London Stock Exchange.

Tra le altre aziende che comunicheranno i bilanci, anche la conglomerata industriale Loews ([[LTR]]) ed Ecolab ([[ECL]]).

APPENA 299 TITOLI QUOTATI SU BORSA ITALIANA, BEN 5.964 TITOLI QUOTATI SU NASDAQ E NYSE. CHE ASPETTI? E QUI SU WALL STREET ITALIA TROVI LE QUOTAZIONI IN TEMPO REALE E IL BOOK A 15 LIVELLI DI TUTTE LE AZIONI AMERICANE! CLICCA SU >>>[TOTALVIEW]<<< ALL'INTERNO DI INSIDER

Sugli altri mercati, sul valutario, l’euro e’ in calo nei confronti del dollaro e viene scambiato a quota 1.2963. In lieve calo l’oro, -$4.20 a $668.10 all’oncia. In ribasso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 4.7940%.