WALL STREET: AVVIO BEN INTONATO DOPO MICROSOFT

23 Ottobre 2009, di Redazione Wall Street Italia

Partenza ben intonata per i listini azionari americani, che tenteranno di ampliare i guadagni registrati ieri nell’ennesimo giorno in cui gli operatori sono stati travolti da un’ondata di trimestrali, la maggior parte delle quali migliori delle attese.

Tra le piu’ significative, che stanno dettando l’andamento delle contrattazioni in avvio, vanno citate senza dubbio quelle del gigante del software Microsoft, del portale di vendite online Amazon.com, del colosso industriale e tecnologico Honeywell e dell’azienda finanziaria Capital One. Gli utili per azione di ciascuna delle societa’ sopra citate ha battuto il consensus di un margine compreso tra $0.08 e $0.8. Whirlpool intanto ha riportato un profitto di $1.15 per titolo nel terzo trimestre, che si confronta con i $2.15 dell’anno prima. Le previsioni degli analisti erano in media per un utile di $0.77 per azione. Hanno battuto le stime anche i conti della societa’ industriale irlandese Ingersoll-Rand Plc.

Gli operatori intanto, cosa che avviene di sovente negli ultimi tempi, non distolgono l’attenzione dalla prestazione del dollaro, che al momento e’ in progresso dello 0.2% contro le valute concorrenti principali. Se puo’ interessarti, in borsa si puo’ guadagnare accedendo alla sezione INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 76 centesimi al giorno, provalo ora!

Quanto ai commenti sulla riforma del sistema di controllo del settore finanziario del presidente della Banca Centrale Usa Ben Bernanke non contengono informazioni particolarmente nuove e non hanno pertanto un impatto sul mercato. Il numero uno della Fed ha annunciato l’estensione degli stress test a tutto il panorama della finanza Usa e non piu’ solo alle banche. Alle 16 italiane il focus si spostera’ sulla pubblicazione delle cifre relative alle vendite di case esistenti nel mese di settembre, da cui gli analisti di BNP Paribas si aspettano un miglioramento del 5.9%. Piu’ tardi in giornata il vice presidente della Banca Centrale, Donald L. Kohn terrra’ un discorso durante una conferenza.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico arretra leggermente il greggio. Al momento i futures con consegna dicembre fanno segnare un ribasso di $0.04 a quota $81.15 al barile. Sul valutario in progresso il dollaro nei confronti dell’euro, con la moneta unica che scambia in flessione a quota $1.5012. Guadagna terreno l’oro: i futures con scadenza dicembre scambiano in rialzo di $7.10 a quota $1065.70 l’oncia. In flessione i prezzi dei Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 3.4700% dal 3.4210% di ieri.

Sullo stesso tema leggere anche gli articoli, analisi e commenti pubblicati da Wall Street Italia nelle ultime settimane:

WALL STREET: ATTENZIONE CHE SIAMO QUASI AL FINALE

WALL STREET: IL RIALZO PIU’ INGANNEVOLE DELLA STORIA

GURU CATASTROFISTI: SI CONSIGLIA SOLO A UN PUBBLICO MATURO

ALERT AZIONARIO: STA NASCENDO UNA BOLLA

FENOMENOLOGIA DEL RALLY DEL BABBEO (A NEW YORK)

BORSA: OBIETTIVI RAGGIUNTI, L’ANALISI TECNICA GETTA LA SPUGNA