Wall Street avvia la giornata sotto un cielo plumbeo

12 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Apertura in rosso per la borsa di Wall Street, con gli investitori che oggi si mostrano più depressi dopo l’euforia di ieri, quando le notizie, giunte dall’Unione Europea, per con il sostegno alla Grecia, hanno ridato vigore ai listini a stelle e strisce. Oggi il clima è plumbeo dopo che la Banca Centrale della Cina ha annunciato che aumenterà il coefficiente di riserva obbligatoria delle banche di 50 punti base incrementando, così le paure di un’influenza di una stretta monetaria. Non riesce ad infondere fiducia nemmeno il dato migliore delle attese sulle vendite al dettaglio statunitensi, che nel mese di gennaio, hanno evidenziato una salita dello 0,5% battendo il consensus dello 0,3%. La decisione cinese ha avuto un influenza anche sul mercato valutario, con l’euro depresso nei confronti del dollaro. La moneta unica viene penalizzata, inoltre, dai numeri sul PIL e sulla produzione industriale della Zona Euro. Il cross EUR scambia a 1,3569 in calo dello 0,89%. Sulle prime rilevazioni il Dow Jones mostra un ribasso dello 0,96% a 10047 punti l’S&P500 cede lo 0,97% a 1068 punti ed il Nasdaq l’1% a quota 2.155,66