Wall Street avvia la giornata in retromarcia

20 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Avvio in deciso calo per la borsa di Wall Street che si allinea al panorama depresso delle borse del Vecchio Continente. A zavorrare ulteriormente i mercati sulle due sponde dell’oceano i conti di Goldman Sachs che ha annunciato, per il secondo trimestre, utili e ricavi in calo che deludono le attese. Dopo l’uscita dell’unico l’unico dato macro della giornata che ha visto un ulteriore tonfo del mercato immobiliare, i mercati sono stati ancora più depressi. Si sono attestate a 549 mila unità le costruzioni di nuove abitazioni negli Stati Uniti nel mese di giugno, segnando un deciso calo del 5% rispetto alle 578 mila riviste del mese precedente. Le attese degli analisti erano per un decremento a 577 mila. Sul valutario l’euro si sgonfia e ferma al sua corsa nei confronti del biglietto verde, dopo aver superato la soglia degli 1,30 dollari ora il cable EUR/USD scambia a 1,2872. Sulle prime rilevazioni il Dow Jones mostra un ribasso dell’1,28% a 10024,26 punti, l’S&P500 un decremento dell’1,15% a 1058,96 punti ed il Nasdaq una scivola dell’ 1,47% a quota 2165,94.