WALL STREET: ARIA DI FESTA PER THANKSGIVING

26 Novembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

Alla fine della seduta a Wall Street ecco il livello degli indici: il Dow Jones guadagna lo 0,16% a quota 9779, il Nasdaq sale dello 0,53% a quota 1953, lo S&P500 cresce dello +0.43% a 1058 punti.

Secondo i trader, in clima gia’ oggi assolutamente festivo (da ricordare che domani in America e’ la festa del Ringraziamento e i volumi gia’ oggi erano molto bassi) l’economia americana comincia ad andare al galoppo, ma Wall Street continua a rimanere fredda.

Una raffica di notizie dal fronte macro ha confermato oggi il neo-boom economico americano: in forte rialzo sono risultati, tra gli altri (vedi dettagli nelle altre news pubblicate durante la gironata) i beni durevoli, il mercato del lavoro, la fiducia dei consumatori e l’attivita’ manifatturiera.

In borsa ancora male il settore farmaceutico, zavorrato da Johnson & Johnson (in calo di circa il 2% dopo che la Food and Drug Administration ha ipotizzato legami tra un prodotto dell’azienda e alcuni decessi), oltre che da Eli Lilly (in flessione di circa 2.5% a causa dei risultati poco brillanti di un suo trattamento contro la schizofrenia) e Genentech scesa di circa l’1%, appesantita dalla delusione per i risultati di un farmaco sperimentale contro i tumori.

Sul fronte dei guadagni, invece, i titoli finanziari – in ascesa negli ultimi giorni – con JP Morgan invariato (dopo avere acquistato per 380 milioni di dollari l’unità pagamenti di Citigroup), la stessa Citigroup a guadagnare circa un mezzo punto percentuale così come Bank of America. Buona performance, infine, per H&R Block, la più grande catena Usa di studi per la preparazione della dichiarazione dei redditi, cresciuta del 7% circa dopo aver registrato un trimestre in utile.

Grande volatilita’ sul mercato valutario: in un mercato poco liquido il dollaro e’ calato precipitosamente sotto i colpi della speculazione e l’euro e’ arrivato ai nuovi massimi relativi, quotando a fine seduta a 1.1938 dollari (da Target News, in tempo reale per gli abbonati a INSIDER).