WALL STREET: ARCHIVIATO APRILE CON UN RIALZO RECORD

27 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

La sessione di borsa a Wall Street si e’ chiusa con gli indici in leggerissimo rialzo. La seduta e’ stata contraddistinta da un’elevata volatilita’: al buon flusso di trimestrali si e’ contrapposto il dato macro che ha evidenziato un rallentamento della crescita economica americana, superiore alle attese. Il Dow Jones e’ avanzato dello 0.12% a 13120, piatto (-0.01%) l’S&P500 a 1494, il Nasdaq ha guadagnato lo 0.11% a 2557.

Nell’ultima settimana l’indice industriale e’ salito dell’1.2%, rialzo della stessa misura per il listino tecnologico, +0.7% per l’S&P500. Nel solo mese di aprile il Dow Jones ha guadagnato il 6.2%: si tratta della migliore performance mensile dal dicembre 2003.

A far scattare le vendite in avvio era stata la lettura preliminare del Prodotto Interno Lordo attestatosi in progresso dell’1.3% (minor rialzo degli ultimi quattro anni), in calo rispetto alle stime del mercato pari a +1.8% e in ribasso nei confronti del dato dello scorso trimestre in cui registro’ una progresso del 2.5%. Preoccupante anche la componente del deflatore del Pil, schizzato al 4%, massimo livello degli ultimi 16 anni.

Lo scenario di una lenta espansione economica associata ad un aumento dei prezzi ha temporaneamente impensierito gli operatori che hanno preferito non esporsi maggiormente sugli investimenti in vista del weekend, soprattutto dopo i forti, recenti rialzi che hanno portato gli indici ai massimi di oltre sei anni (assoluti per il Dow Jones oltre la soglia dei 13000 punti).

Il flusso di trimestrali societarie positive ha permesso all’azionario, nell’ultimo periodo, di assorbire l’enorme quantita’ di denaro presente sul mercato. Ad offrire supporto in giornata e’ stato Microsost ([[MSFT]]), il produttore di software n.1 al mondo, salito del 3.9% grazie ad un aumento dei profitti trimestrali del 65%, guidato dal successo del nuovo sistema operativo Windows Vista.

Tra gli altri titoli del Dow Jones, si e’ distinta in positivo anche la conglomerata industriale General Electric ([[GE]]) dopo che la banca d’affari Citigroup ha evidenziato che il gruppo potrebbe beneficiare dello spin off delle attivita’ legate ai network televisivi e cinematografici.

Bene anche il motore di ricerca cinese Baidu.com ([[BIDU]]) schizzato di oltre il 13%. Nota negativa rappresentata da Sandisk ([[SNDK]]), la nota societa’ produttrice di supporti di memoria, che ha riportato una perdita nell’ultimo trimestre, invertendo il trend dello scorso anno.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Nel comparto energetico in calo Exxon Mobil ([[XOM]]) e Chevron ([[CVX]]) (che ha riportato una trimestrale contrastata), nonostante il petrolio sia risultato in progresso di $1.40 a $66.46 al barile (massimo livello dallo scorso 2 aprile). I futures con consegna giugno hanno inoltre messo a segno un rialzo settimanale del 3.4%.

Sul valutario, l’euro ha ripreso a salire nei confronti del dollaro segnando un nuovo record storico di $1.36813 per poi arretrare a 1.3652. In rialzo di $3.80 l’oro a quota $682.50 all’oncia. In calo i titoli di Stato Usa. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 4.6980%.

Vuoi vincere 5000 euro? Dai la tua opinione su WSI