WALL STREET APRE INCERTA, CAUTELA SUI MERCATI

4 Aprile 2001, di Redazione Wall Street Italia

Apertura incerta per i mercati americani. Gli operatori sembrano agire con estrema cautela dopo la pioggia di vendite che ha colpito Wall Street nella seduta di martedi’.

Con il Nasdaq ai nuovi minimi degli ultimi 12 mesi – martedi’ il tabellone elettronico e’ sceso fino a 1.660,92 punti – e l’indice Dow Jones sotto quota 9.500, gli investitori si trovano nella difficile situazione di decidere cosa fare dei propri investimenti e non sono per nulla desiderosi di rischiare ulteriormente.

Vi e’ la paura infatti che il flusso di ‘profit warning’ non sia ancora terminato.

Secondo Michele Mondiello, chief market analyst di Wall Street Italia, la parola d’ordine rimane ancora la cautela, visto che vi sono indicazioni che la formazione definitiva di un fondo non sara’ semplice e che il mercato potrebbe anche scivolare a nuovi minimi e testare i rialzi con molta volatilita’ nei mesi a venire.

“L’analisi tecnica indica che il Nasdaq potrebbe anche scendere fino a quota 1.357 e successivamente 1.008 – dice Mondiello – Per contro pero’, nel mezzo di un mercato decisamente esitante, molti indicatori tecnici evidenziano la possibilita’ di un mercato ‘oversold’ in cui il Nasdaq potrebbe salire verso la resistenza di medio periodo di 2.260 e poi alla resistenza chiave di 2.750”.

Attesa oggi per il discorso di Alan Greenspan alla commissione finanza del Senato americano. Sebbene l’intervento del presidente della Federal Reserve dovrebbe incentrarsi esclusivamente sulla politica commerciale, gli operatori sperano di avere indizi ulteriori sui prossimi tagli dei tassi d’interesse, magari anche prima del meeting del 15 maggio prossimo.

L’intervento di Greenspan e’ previsto a Washington alle 10:00, ora locale.