Società

WALL STREET APRE IN RIALZO CON I TECNOLOGICI

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Il nuovo decennio si apre in territorio positivo per la Borsa americana, al pari dei mercati dall’altra parte dell’oceano. Particolarmente positivo il settore tecnologico, su cui si e’ innescata una corsa agli acquisti dopo le parole positive degli analisti sui titoli di Intel e Google.

Il dollaro in ribasso nel frattempo contribuisce al rincaro dei prezzi delle materie prime. Il Dow Jones scambia in rialzo dello 0.7% a quota 10500.83 punti. Fa ancora meglio il Nasdaq, che si porta a quota 2297.53 punti forte di un progresso dell’1.25%. L’S&P 500 guadagna invece lo 0.79% attestandosi in area 1123.94. Molto positive nel frattempo le Borse europee dopo che il Nikkei giapponese ha chiuso la prima seduta dell’anno in buon rialzo.

Aiutano anche le parole espresse ieri dai due principali esponenti della Banca Centrale americana, che suggeriscono che i tassi di interesse dovrebbero rimanere dove sono, ovvero su livelli minimi storici, ancora per un periodo prolungato.

Dopo un anno che ha visto il Dow guadagnare il 19% sulle speranze di una ripresa dell’economia e una stabilizzazione del settore finanziario, il numero uno della Federal Reserve, Ben Bernanke, ha detto che sono state le politiche delle autorita’ di controllo e non quelle monetarie ad essere responsabili per il rincaro dei prezzi immobiliari all’inizio dello scorso decennio, mentre il vice presidente della Fed, Donald Kohn, ha detto che una strategia di stretta monetaria potrebbe esssere troppo dispendiosa.

Alle 16 gli investitori conosceranno i numeri dell’indice ISM manifatturiero di dicembre, che potrebbe essere un importante catalizzatore di giornata. Le cifre dovrebbero mostrare un incremento al 54% dal 53.6% del mese precedente. Alla stessa ora e’ prevista inoltre la pubblicazione dei dati sulla spesa per le costruzioni, da cui gli economisti si attendono una contrazione dello 0.4% in novembre.

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Tra i singoli settori, si prospetta una seduta particolarmente positiva per i tecnologici, dopo che le azioni di Intel sono state promosse a Overweight dagli analisti di Robert W. Baird & Co. Il prezzo obiettivo e’ della societa’ di chip e’ stato aumentato a $26.

Ad attirare l’attenzione degli investitori sara’ con ogni probabilita’ anche il settore dei media, dopo che l’emittente televisiva Fox Network, di proprieta’ di News Corp, e Time Warner Cable hanno raggiunto un accordo per continuare a mamndare in onda le trasmissioni dell’emittente di Murdoch sulle frequenze di Time Warner.

Richiesta anche le Alcon, dopo che Novartis ha proposto di acquistare la quota rimanente della societa’ specializzata nei prodotti per la cura degli occhi per $39.3 miliardi, rilevandola da Nestle’ e dagli altri soci azionisti. I titoli Alcon fanno un balzo del 3% a quota $169.50.

Chesapeake Energy nel frattempo accelera del 5% dopo aver stretto un patto da $2.25 miliardi con il colosso petrolifero Total (+2.5%) per la cessione del 25% degli asset dello scisto bituminoso di Barnett. Le due aziende formeranno una joint venture.

Finisce sotto i riflettori Kraft Foods, dopo le indiscrezioni stampa secondo cui dovrebbero alzare l’offerta per Cadbury, mentre in Italia sono iniziate a circolare notizie secondo cui Ferrero ha trovato un accordo con Hershey e piu’ societa’ di private-equity per il lancio di una controfferta.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico in progresso il greggio. I futures con consegna gennaio guadagnano $1.71 a quota $81.07 al barile. Sul valutario, l’euro scambia in rialzo a $1.4427 nei confronti del dollaro. In progresso l’oro a $1122.40 l’oncia (+$26.20). Avanzano lievemente i prezzi dei Titoli di Stato, con il rendimento sul benchmark decennale che e’ sceso al 3.835% dal 3.837% di giovedi’ scorso.