Wall Street apre in deciso calo, occhi puntati su finanziari

14 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Ancora una partenza negativa per la borsa di Wall Street, che si allinea così all’andamento in rosso degli eurolistini sui mai sopiti timori per l’esito della situazione finanziaria dell’Unione Europea. A poco sono serviti i dati sulle vendite al dettaglio di aprile, ancora in crescita poco sopra le attese, e quelli sulla produzione industriale, in miglioramento come da stime. Anche oggi gli occhi restano puntati sul comparto bancario e finanziario per il susseguirsi di notizie su indagini da parte della autorità statunitensi su molti istituti, accusati di aver fornito informazioni false su prodotti da vendere agli investitori. Inoltre il Senato americano ha votato ieri alcuni provvedimenti che andranno a far parte della grande riforma finanziaria voluta da Obama in corso di elaborazione. Tra questi la limitazione delle commissioni sulle transazioni su bancomat e carte di credito e una maggior regolamentazione sulla trasparenza richiesta alle agenzie di rating. Sullo sfondo la forte delusione per l’outlook sui ricavi di Nvidia, che già ieri sera perdeva terreno nella sessione after-hours. Sulle prime battute il Dow Jones arretra dello 0,92% a 10.648 punti, mentre l’S&P500 lascia sul parterre l’1,07% a quota 1.145. In deciso calo il Nasdaq con un arretramento dell’1,24% a 2.364.