WALL STREET APRE CON LA PAURA DELL’HIGH TECH

9 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

La seduta odierna si apre all’insegna del timore dei mercati verso il settore tecnologico, soffocato da Lucent, Dell, e Cisco. Apertura in negativo per tutti i principali indici.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina.

Dopo le pesanti perdite di mercoledi’ e giovedi’, il sentiment del mercato verso i titoli high tech e’ ancora negativo, nonostante le buone notizie arrivate dai bilanci di Network Appliance (NTAP – Nasdaq) e Register.com (RCOM – Nasdaq).

Evidentemente sull’umore del mercato pesano di piu’le note negative arrivate in mattinata da due giganti del comparto, Lucent Tecnologies (LU – Nasdaq) e Dell Computer (DELL – Nasdaq).

Nel comparto high tech, la Securities Exchange Commission (SEC), l’organo di vigilanza sui mercati finanziari USA, ha aperto un’indagine sulle pratiche contabili di Lucent Technologies, il gigante delle infrastrutture per le tlc. Lo riporta il Wall Street Journal, che cita fonti vicine all’inchiesta.

Dell Computer, il colosso della produzione e vendita diretta di pc, ha smentito le voci che nella tarda serata di ieri la volevano pronta a tagliare 4.000 dipendnti, circa il 10% della forza lavoro. Un portavoce della societa’ ha dichiarato che le indiscrezioni sui licenziamenti sono soltanto “pure speculazioni”.

Qualche nota positiva arriva invece da Network Appliance, che ha chiuso il quarto trimestre con un utile superiore di un centesimo alle aspettative degli analisti, e da Register.com, una delle poche societa’ ‘dot.com’ ad aver raggiunto il traguardo del profitto nell’esercizio 2000.

Sul mercato si guarda con attenzione anche ai titoli del comparto difesa-aerospazio, come Boeing (BA – Nyse) e General Electric (GE – Nyse), in attesa che in giornata vengano diffusi dal presidente degli Stati Uniti, George W. Bush, le linee guida dell’amministrazione USA relative alla spese per la difesa.

La seduta di oggi sui mercati sara’ inoltre l’ultima con Arthur Leavitt come presidente della SEC. Leavitt, che nel corso del suo mandato si e’ battutto per un mercato piu’ trasparente, senza squilibri di informazione tra grandi trader e piccoli investitori, era stato nominato da Bill Clinton nel 1993. La nuova amministrazione USA non ha ancora nominato un successore.