WALL STREET: APERTURA
IN ROSSO PER GLI INDICI

2 Ottobre 2002, di Redazione Wall Street Italia

Apertura al ribasso per i mercati Usa che, dopo aver avviato le contrattazioni del quarto trimestre all’insegna di un forte recupero , tornano a chinare la testa. E’ ancora presto, dunque, inneggiare alla ripresa dei mercati azionari, tartassati nel mese di settembre da forti ribassi.

Per molti analisti, il bottom sara’ toccato nel mese di ottobre. A tenere banco sono ancora le notizie negative provenienti dal fronte societario, caratterizzate dalla costante presenza dei profit warning. Oggi tocca al colosso chimico Dow Chemical (DOW – Nyse), che ha abbassato le stime sugli utili per azione del prossimo trimestre.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

I TEMI DELLA GIORNATA

A deprimere le borse Usa sono ancora una volta i downgrade operati dalle banche d’affari.

Sotto i riflettori, la decisione di UBS Warburg di tagliare le stime sugli utili del colosso infrastrutture Internet Cisco (CSCO – Nasdaq).

Bacchettati anche i titoli del settore infrastrutture chip , che hanno dovuto fare i conti con la decisione di Merrill Lynch di tagliare le stime relative alla crescita di societa’ del calibro di Applied Material (AMAT – Nasdaq) e di Kla-Tencor (KLAC – Nasdaq). Tra i semiconduttori, da segnalare anche STMicroelectronics (STM – Nyse), il cui target sul price e’ stato abbassato da Lehman Brothers .

Notizie positive, invece, per ASML Holding (ASML – Nyse), numero due mondiale del settore infrastrutture chip, premiato da Banc of America e CIBC World Markets . Giudizi positivi anche per National Semi (NSM – Nyse), il cui rating sul titolo e’ stato rivisto al rialzo.

Un altro settore bastonato in mattinata e’ stato quello software , colpito dalla scure di Deutsche Securities . Sul comparto si mettono inoltre in evidenza i “profit warning” lanciati da Retek (RETK – Nasdaq) e da Advent Software (ADVS – Nasdaq).

Continuano tra l’altro le indagini della Sec. Questa volta, nel mirino della Consob americana, e’ finita la societa’ di servizi informatici Electronic Data Systems (EDS – Nyse).

L’ANALISI TECNICA DEI MERCATI

Grazie ai recuperi di ieri, il Dow e’ riuscito a mantenere il supporto fondamentale a quota 7.400 punti a cui si era avvicinato nella seduta di lunedi’. Il grafico rimane imbrigliato all’interno del canale ribassista cominciato l’11 di settembre. Una rottura al rialzo riporterebbe l’indice verso quota 8.240.

Il Nasdaq ha recuperato l’importante quota psicologica di 1.200 punti dopo aver testato il supporto a 1.160 punti. Un proseguimento del rialzo avrebbe come obiettivo quota 1.240, viceversa, nel caso in cui fosse sfondata quota 1.160, il listino potrebbe capitolare di nuovo e vedere nei 1.150 punti e nei 1.100 punti i prossimi supporti.

TITOLI E SETTORI IN MOVIMENTO

La banca d’affari CIBC ha espresso due giudizi opposti su Boston Scientific (BSC – Nyse) e Guidant, le due
società che forniscono prodotti tecnologici per il settore medico-sanitario.

Buone le notizie per il colosso informatico DEll (DELL – Nasdaq): la societa’ ha infatti rivisto al rialzo le stime sul fatturato del terzo trimestre. Ma l’ottimismo sul titolo e’ stato smorzato dallo scetticismo di Steven Milunovich, analista della banca d’affari Merrill Lynch , secondo cui il management di DELL “non vedrebbe ancora la luce alla fine del tunnel per la spesa relativa all’Information Technology”.

La societa’ retail Wal-Mart (WMT – Nyse) ha ribadito i suoi progetti di espansione nel mercato, confermando le stime sugli utili per azione.

Confortanti anche notizie sulla blue chip del Dow Jones Walt-Disney (DIS – Nyse). Positive sono infatti le previsioni sugli utili relativi all’anno fiscale 2003, iniziato nella seduta di ieri. E il gruppo si preparerebbe al piano di merger tra il canale TV ABC News di proprieta’ della societa’ e CNN di Aol-Time Warner.

Il titolo del produttore di computer palmari Palm (PALM – Nasdaq), recentemente espulso dalla lista dell’S&P500 e a rischio delistamento dal Nasdaq per una quotazione bid sotto il dollaro, ha ricevuto l’approvazione dagli azionisti per un reverse stock split.

Sotto i riflettori la banca Comerica (CMA – Nyse), su cui pende la spada di Damocle di un onere straordinario record di $213 milioni

UTILI

Tenet Healthcare (THC – Nyse), la societa’ di servizi per la sanita’, ha registrato risultati in linea con le aspettative, alzando poi le stime.

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER.