WALL STREET: ANDAMENTO POSITIVO SU TUTTI I FRONTI

24 Aprile 2001, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street sembra reagire bene al dato sulla fiducia dei consumatori nel mese di aprile attestatosi a 109.2 punti inferiore alle attese del mercato (112.1) e al dato del mese precendente (116.9).

La ragione di questa reazione, secondo gli analisti, risiede nel fatto che i dati relativi alla fiducia sono stati aggregati prima del taglio dei tassi d’interesse operato dalla Federal Reserve mercoledi’ 18 aprile.

Verificare quotazione indici in TEMPO REALE in prima pagina

Che l’indice dei titoli tecnologici stia reagendo bene al dato macroeconomico, e’ testimoniato dall’andamento del Philadelphia Semiconductor Index (SOX – PHLX), l’indice rappresentativo del comparto dei costruttori di chip, che registra un guadagno del 4,39%.

Tuttavia, nonostante gli indici si siano insediati in territorio favorevole sul tabellone elettronico, spiccano i crolli di JDS Uniphase (JDSU – Nasdaq) e Check Point Software Technologies (CHKP – Nasdaq).

Il colosso telefonico, dopo la diffusione dei dati relativi al primo trimestre del 2001, in linea con quanto atteso dal mercato, ha comunicato per i prossimi tre mesi un profit warning che ha provocato una fuga dal titolo.

Ora il titolo di JDS Uniphase registra una flessione dell’8,44%.

Cattive notizie anche dalla societa’ israeliana di software (Check Point) che attualmente perde il 7,43%, nonostante abbia comunicato in mattinata utili per 13 centesimi per azione, superiori di 3 unita’ alle aspettative degli analisti.

Sul fronte del Dow Jones si stanno distinguendo per un andamento in controtendenza, Procter & Gamble (PG -Nyse) , Home Depot Inc. (HD -Nyse), Wal-Mart Stores (WMT -Nyse) e Walt Disney Co (DIS -Nyse) .

Digerito il dato macroeconomico, il mercato ora attende i bilanci relativi al primo trimestre del 2001 di alcuni big del settore della telefonia.

Tra questi, ricordiamo, Verizon Comunications (VZ -Nyse), Worldcom (WCOM -Nyse) e Corning (GLW – Nyse).