WALL STREET: ALCUNI INDICI USA AL TOP STORICO

29 Dicembre 2004, di Redazione Wall Street Italia

*Marco Bonelli, Managing Director di Raymond James, e’ molto conosciuto tra gli investitori istituzionali e i trader italiani. I suoi commenti quotidiani di meta’ seduta sull’andamento della Borsa Usa (comprese le indicazioni di trading operativo e le posizioni rialziste) non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.

_______________________________________

La sessione di oggi si e’ aperta in lettera, nonostante il prezzo del greggio in ribasso. Il dato macro sulle vendite di case gia’ esistenti e’ salito del 2.7% segnando cosi’ un nuovo record al rialzo.

Al momento, l’indice Dow Jones e’ in ribasso di 44 punti a 10810, il Nasdaq è in lettera di 3 punti a 2173 e l’S&P500 sta perdendo 2 punti a 1211.
Positive le performances dei settori semiconduttori, “retail” e costruzioni; in ribasso invece finanziari e biotecnologia.
L’indice VIX si trova al livello di 11.75. L’indice ”advance/decline” sta facendo registrare una lettura di +200. I volumi sul NYSE sono di 398 milioni di titoli scambiati.

Dopo le nostre preoccupazioni di ieri circa la recente performance del Nasdaq, l’indice ha fatto segnare un guadagno di 23 punti ed ha poi chiuso a quota 2177, registrando un nuovo massimo di reazione ed un nuovo massimo degli ultimi 3 anni e ½. Siamo dunque dell’opinione che una continuazione del recente rialzo sia possibile, almeno fino a meta’/fine gennaio. E’ inoltre positivo notare che l’indice Dow Jones Transportation ha fatto segnare un nuovo massimo assoluto.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 11 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

TRADING OPERATIVO:

Questa mattina, fra le altre nostre posizioni, si stanno distinguendo in positivo i titoli di TXN +2%, YHOO +1.2%, KLAC +1.5%, TWP +1.3% NVLS +1.4% e GILD +1%. ADBL e VRSN stanno perdendo lo 0.5%, mentre NMGA e COH sono pressoché invariati.

DA QUI ALLA CHIUSURA:

Domani mattina, saranno pubblicati i dati macro sulle richieste di nuovi sussidi di disoccupazione e sul PMI di Chicago.

POSIZIONI RIALZISTE:

GILD (APERTA IL 27/9 A $35.80; ATTUALE $35.58; PERF –0.61%)

TWP (APERTA IL 29/9 A $43.65; ATTUALE $53.69; PERF +23.0%)

KLAC (APERTA IL 7/10 A $43.15; ATTUALE $46.56; PERF +7.90%)

TXN (APERTA IL 7/10 A $22.81; ATTUALE $24.39; PERF +6.39%)

PLT (APERTA IL 1/11 A $43.80; CHIUSA IL 28/12 A $40.78; PERF –6.89%)

GME (APERTA IL 23/11 A $20.50; CHIUSA IL 27/12 A $21.90; PERF +6.83%)

NMGA (APERTA IL 23/11 A $68.40; ATTUALE $71.93; PERF +5.16%)

URBN (APERTA IL 23/11 A $42.50; CHIUSA IL 27/12 A $44.29; PERF +4.21%)

COH (APERTA IL 23/11 A $49.0; ATTUALE $57.16; PERF +16.65%)

NVLS (APERTA IL 3/12 A $29.40; ATTUALE $27.51; PERF –6.43%)

SNDK (APERTA IL 3/12 A $24.25; CHIUSA IL 27/12 A $25.85; PERF +6.60%)

VSEA (APERTA IL 3/12 A $40.0; ATTUALE $36.79; PERF –8.03%)

ADBL (APERTA IL 13/12 A $28.20; ATTUALE $27.66; PERF –1.91%)

YHOO (APERTA IL 13/12 A $37.65; ATTUALE $38.37; PERF +1.91%)

VRSN (APERTA IL 28/12 A $34.05; ATTUALE $34.14; PERF +0.26%)