WALL STREET ACCUSA IL COLPO DEI PERSONAL

12 Gennaio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Questa mattina la botta, anche se in ritardo, si e’ sentita. La seduta delle borse americane e’ partita in rialzo ma i profit warning di due aziende leader nel settore dei pc hanno ribaltato la tendenza e spinto tutti gli indici in perdita.

verifica quotazioni indici aggiornate IN TEMPO REALE in prima pagina

Il disappunto dei mercati e’ attribuibile in gran misura alle nere previsioni su utili e fatturato di Hewlett-Packard e Gateway.

“I titoli delle societa’ produttrici di personal computer cadono a causa dei profit warning – ha dichiarato Benjamin Rogoff, manager di portafoglio presso Aberdeen Asset Management – L’amministratore delegato di Hewlett-Packard, Carly Fiorina, ha usato un’espressione che condivido: in dicembre e’ come se qualcuno avesse spento le luci”.

La battuta d’arresto nelle vendite di pc e’ stata ancor piu’ bruciante perche’ ha coinciso con il periodo natalizio, che tradizionalmente coincide con un’impennata degli acquisti.

Lo scorso anno pero’ i consumatori non solo hanno ridotto la spesa, ma hanno snobbato i personal per altri gadget elettronici, spesso a prezzo piu’ contenuto: macchine fotografiche digitali, lettoti DVD e riproduttori di file audio MP3.

I dati economici diffusi in mattinata non si discostano in modo significativo dalle stime degli analisti e non giustificano pertanto il passo indietro degli investitori.

Nessun impatto sembra aver avuto il rapporto della Casa Bianca sullo stato dell’economia Usa, che esplicitamente nega il rischio di una fase recessiva e prevede una crescita, seppur modesta, per il 2001.

Sui listini in generale mostrano una tendenza al rialzo il settore Internet, telecomunicazioni, utility e sanita’.

Segno meno per B2B, semiconduttori, computer-hardware, energetico.

Tra i principali titoli in movimento questa mattina a Wall Street:

Nel settore delle telecomunicazioni, le autorita’ federali americane hanno dato il nulla osta alla fusione da $108 miliardi tra il gigante America Online (AOL – Nyse) e il colosso dei media Time Warner (TWX – Nyse). America Online guadgana oltre il 2,5%.
(Vedi Tlc: via libera per fusione AOL-Time Warner)

Nel settore informatico, Hewlett-Packard (HWP – Nyse) perde oltre il 6% dopo aver rivisto in negativo le stime sugli utili per il primo trimestre a causa del diminuzione della spesa in tecnologia da parte delle aziende americane e internazionali.
(Vedi Utili: profit warning da Hewlett Packard e Utili: HP cede terreno su ‘profit warning’)

Nello stesso settore, Gateway (GTW – Nyse), il secondo operatore americano nelle vendite dirette di personal computer ha chiuso il quarto trimestre del 2000 con un risultato inferiore alle aspettative. Gateway ha inoltre rivisto al ribasso del 3% la previsione sui ricavi del 2001. Il titolo perde l’ 11,5%.
(Vedi Utili: Gateway vede nero all’orizzonte)

Sempre nel settore informatico, la banca d’affari Salomon Smith Barney questa mattina ha rivisto in negtaivo le sue valutazioni su Sun Microsystems (SUNW – Nasdaq) riducendone il rating da “Buy” a “Neutral” e il target sul prezzo da $55 a $30. Il titolo Sun perde quasi il 6%.
(Vedi Informatica: Sun Micro non soddisfa Salomon)

Nel settore Internet, DoubleClick (DCLK – Nasdaq) guadagna il 25,5%. La societa’ di pubblicita’ online ha chiuso il quarto trimestre con un utile di $216.000, pari a 0 centesimi per azione. Il dato e’ inferiore alle previsioni di due centesimi per azione degli analisti, ma superiore alle aspettative della societa’ che il mese scorso aveva lanciato un profit warning, avvertendo il mercato di attendersi, per il quarto trimestre, una perdita invece di un utile. Il fatturato si e’ attestato a quota $132,3 milioni, in rialzo rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Nel settore del software, Ariba (ARBA – Nasdaq) ha chiuso il primo trimestre con un utile netto di 5 centesimi per azione, ben al di sopra dei 2 centesimi previsti dal mercato. Il fatturato si e’ attestato a $170,2 milioni. Inclusi gli oneri straordinari tuttavia, la societa’ e’ incorsa in una perdita pari a $1,48 per azione. Una serie di downgrades hanno cosi’ colpito il titolo che questa mattina perde quasi il 14%.

Nel settore del trasporto aereo, a causa dell’adeguamento agli standard contabili sui derivati, Delta Air Lines (DAL – Nyse) prevede di registrare un onere straordinario di circa $60 milioni per l’ultimo trimestre del 2000. Nello specifico, $56 milioni sono correlati all’adozione dello Statement of Financial Accounting Standard No. 133, mentre $4 milioni sono relativi al pagamento dei debiti. Il titolo Delta perde quasi l’ 1%.

Nel settore dei semiconduttori, Rambus (RMBS – Nasdaq) perde quasi l’ 11,5%. La societa’ ha chiuso il trimestre con un utile operativo di 12 centesimi per azione, al di sotto delle previsioni degli analisti. Il fatturato e’ invece cresciuto del 192% sull’anno a quota $34,7 milioni.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al New York Stock Exchange (dati delle 10.00) con rispettivi
volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure definitive
cliccando sul simbolo dei singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO (in $)

VARIAZIONE    (in punti)

VARIAZIONE (percentuale)

AOL

America Online

5,024,800

47.60

+0.37

+0.78%

HWP

Hewlett-Packard

4,034,800

30.31

-2.06

-6.37%

T

AT&T

4,199,000

23.94

+0.69

+2.96%

LU

Lucent Technologies

2,930,900

18.06

-0.13

-0.69%

NT

Nortel Networks

2,866,500

33.25

-0.81

-2.39%

PFE

Pfizer

2,845,900

41.00

0.00

0.00%

EMC

EMC

2,190,600

72.00

-1.13

-1.54%

MOT

Motorola

1,961,700

21.63

-0.50

-2.26%

LMG.A

At&t -Liberty Media

1,873,400

16.00

+0.25

+1.59%

GE

General Electric

1,883,000

46.75

+0.19

+0.40%

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al Nasdaq (dati delle 10.00) con rispettivi volumi, prezzi e
variazioni percentuali (verificare chiusure definitive cliccando sul simbolo
dei singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO (in $)

VARIAZIONE   (in punti)

VARIAZIONE (percentuale)

ARBA

Ariba

17,866,400

37.56

-5.81

-13.40%

SUNW

Sun Microsystems

13,856,200

30.06

-1.88

-5.87%

CSCO

Cisco Systems

13,203,200

37.81

-1.31

-3.35%

DELL

Dell Computer

9,700,400

22.00

-0.81

-3.56%

INTC

Intel

9,812,700

32.13

-1.25

-3.75%

WCOM

WorldCom

8,466,400

21.63

-0.31

-1.42%

ERICY

LM Ericsson 

8,808,700

11.84

-0.41

-3.32%

ORCL

Oracle

7,267,800

33.00

-0.31

-0.94%

MSFT

Microsoft

6,013,800

53.50

-1.50

-2.73%

JDSU

JDS Uniphase

5,591,200

49.38

0.00

0.00%